Fine Gennaio arriva la svolta : gelo e neve giungeranno in Italia?

Fine Gennaio: arrivano freddo e neve? L’Inverno proverà a farsi sentire con piogge, nevicate e temperature progressivamente più fredde verso la fine del mese

Fine Gennaio: arrivano freddo e neve? Giunti alle soglie della terza decade di Gennaio ci si chiede se l’Inverno avrà modo di esprimersi nel corso del restante periodo stagionale. E’ vero che sulle Alpi è caduta e sta tuttora cadendo tanta neve specie dai 1000-1500 m in su con accumuli davvero notevoli. Tuttavia le temperature sono di molto superiori alle medie del periodo e tra l’altro, anche se non sono mancate le perturbazioni, su alcune zone del Centro-Sud e delle Isole anche le precipitazioni si stanno rivelando scarse (mentre al Nord sta piovendo decisamente di più della media). La domanda è quindi arriverà l’Inverno ed il freddo?

Già da domani si assisterà ad una graduale modifica della circolazione sul comparto euro mediterraneo che porrà poi le premesse per un cambiamento più incisivo nel corso della terza decade mensile. Come prima cosa l’alta pressione delle Azzorre, defilata in oceano, ma in parziale elevazione verso Nord assieme allo sviluppo di un’alta pressione in sede Scandinava costringeranno le prossime saccature Nord Atlantiche ad affondare in modo più deciso sul Mediterraneo Centrale. In tal modo le precipitazioni si estenderanno progressivamente a tutte le Regioni del Centro-Sud, in secondo luogo le depressioni Nord Atlantiche si avvarranno di maggiori contributi freddi che contribuiranno a dar luogo ad un abbassamento delle temperature su tutta l’Italia con la neve che ricomparirebbe a quote medie anche sugli Appennini. I valori termici gradualmente si avvicinerebbero attorno alle medie stagionali.

Contemporaneamente, sempre nel corso della prossima settimana, si assisterebbe ad un progressivo e sensibile raffreddamento della Russia Europea, del comparto Baltico-Scandinavo e di gran parte dell’Europa Centro-Orientale, dove si andrebbe formando un “serbatoio di aria gelida” pronto ad interagire, qualora si venissero a creare le condizioni, con le perturbazioni atlantiche o ad essere richiamato direttamente verso il Mediterraneo.

Fine Gennaio: arrivano freddo e neve? Irruzione d'aria artica prevista sull'Italia e sul Mediterraneo Centrale il 28 Gennaio 2014: ne scaturirebbe una fase di maltempo invernale con neve a quote basse anche al Centro-Sud

Fine Gennaio: arrivano freddo e neve? Irruzione d’aria artica prevista sull’Italia e sul Mediterraneo Centrale il 28 Gennaio 2014: ne scaturirebbe una fase di maltempo invernale con neve a quote basse anche al Centro-Sud. Fonte: Meteociel.fr

 

I modelli a lunga scadenza GFS ed ECMWF pur con delle differenze sono concordi nel vedere una più drastica modifica della situazione meteorologica in favore del freddo e della neve su gran parte dell’Europa e del Mediterraneo con conseguenze quindi anche per l’Italia tra la fine di Gennaio e l’inizio di Febbraio. Decisivo risulterà il posizionamento dell’anticiclone delle Azzorre che ad oggi sembrerebbe propenso ad espandersi verso l’Islanda ed il Circolo Polare Artico, innescando un’irruzione artica prima sull’Europa Centrale e successivamente sull’Italia dove si aprirebbe una fase decisamente più fredda e perturbata per il Centro-Sud con piogge e nevicate a quote basse proprio su quelle aree dove sono finora mancate. Non si esclude, ma nel lunghissimo termine con tutte le cautele del caso, che possa verificarsi un importante irruzione d’aria artica continentale molto fredda in corrispondenza dell’inizio di Febbraio, scenario però questo tutto da confermare vista la distanza temporale.

Fine Gennaio: arrivano freddo e neve? Primi di Febbraio: sul Nord-Est Europa si svilupperà un nocciolo d'aria gelida (temperature ad 850 Hp) che potrebbe espandersi all'Europa Centrale per poi interessare l'Italia ed il Mediterraneo con risvolti tutti da valutare

Fine Gennaio: arrivano freddo e neve? Primi di Febbraio: sul Nord-Est Europa si svilupperà un nocciolo d’aria gelida (temperature ad 850 Hp) che potrebbe espandersi all’Europa Centrale per poi interessare l’Italia ed il Mediterraneo con risvolti tutti da valutare. Fonte Meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Rischio alluvioni al nord : nubifragi in atto e neve in rapida fusione – massima allerta
  • Maltempo: a Trieste grosso muro crolla su quattro auto [FOTO]
  • Maltempo fra Piemonte e Lombardia: disagi a Bagnaria, strade chiuse
  • NEWS DELLA SERA: confermato il rinforzo dell’alta pressione in terza decade, ma prima…
    MALTEMPO: cosa sta succedendo in queste ore? Quale sarà l’evoluzione a breve termine?

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti