Tempesta di fulmini su Bari, piogge torrenziali e grandine. Si è trattato di un V-Shaped. Foto e VIDEO

Bari / Notte davvero incredibile come da anni non si verificava sul capoluogo pugliese. Lampi, tuoni, fulmini, grandine, venti forti e piogge torrenziali hanno accompagnato per circa un’ora l’intera provincia barese, la Lucania, la Campania sud-orientale e il cosentino, ma di cosa si è trattato?

Il temporale V-Shape ripreso dal radar della protezione civile mentre stazionava su Bari

Attorno alle 20.00 di ieri sera sulle miti acque del Tirreno, appena sotto il salernitano, è avvenuta la formazione di un insieme di nuclei temporaleschi che sono evoluti nel giro di pochi minuti in un temporale V-Shaped di notevoli dimensioni, il quale si è subito spostato sull’entroterra, continuamente alimentato dall’aria caldo-umida proveniente dal mare.

Figura 1.2 – La saccatura atlantica, evidente il ramo umido ascendente che scorre fra Calabria, Campania, Basilicata e Puglia

I temporali V-Shaped sono dei sistemi temporaleschi che prendono il nome dalla loro forma, molto simile ad una ” V “. Si tratta di celle temporalesche lineari a mesoscala molto violenti e soprattutto autorigeneranti, cioè che acquisiscono energia in continuazione dalla “coda” mantenendo sempre le stesse caratteristiche violente lungo tutto il suo tragitto, che in alcuni casi può anche superare i 500 km.
La caratteristica “autorigenerante” è dettata proprio dalla quantità di energia messa a disposizione dal mare, in questo caso del Mar Tirreno prima e dal mar Ionio poi.
Questi episodi estremamente violenti trovano il loro punto “ideale” di formazione lungo i flussi pre frontali delle depressioni o anche lungo il ramo umido e caldo ascendente di una saccatura con correnti sostenute dai quadranti meridionali a tutte le quote (di Scirocco al suolo e Libeccio in quota), come avvenuto in questo caso, come è possibile osservare in figura 1.2 .

Figura 1.3 Cape con valori anche superiori ai 1300 J/Kg nella serata di Domenica su coste della Campania e sul barese. Valori tipicamente estivi

Come detto poc’anzi la sua formazione è avvenuta nel Mar Tirreno per poi addentrarsi sul salernitano e sulla Basilicata fino ad estendersi su gran parte della provincia di Bari, continuamente alimentato dalla tantissima energia presente al suolo, come dimostrano gli elevati indici temporaleschi come il CAPE e il Lifted INDEX (figure 1.3 e 1.4).

Lifted Index attorno fra le 22.00 e le 00.00. Valori estivi, fra i -4 e i -6°C su coste campane e Puglia

A completare l’opera possiamo metterci anche il Jet Stream, ovvero i venti alle altissime quote, i quali procedevo a ritmo sostenuto su tutto il Sud Italia e che hanno condizionato e “stravolto” il Wind Shear verticale creando così violenti moti convettivi e tantissima instabilità (molto probabilmente il temporale presentava un Over Shooting Top).
Benchè la sua forma è quella classica di una “V”, possiamo paragonarla ad una classica Squall Line, ovvero una linea temporalesca, dato che il grosso dei fenomeni sono concentrati lungo un settore lineare che parte dalla coda (o Flanking Line) e procede per i settori centrali della V.
La fenomenologia prodotta da un sistema temporalesco V-Shaped possiamo definirla completa oltre che estremamente violenta : piogge torrenziali, venti fortissimi di downburst, grandine anche di grosse dimensioni, fulmini con una frequenza incredibile (mediamente anche un fulmine al secondo) tuoni fragorosi o, nei casi più violenti, un insieme di tuoni che danno la sensazione di un unico interminabile tuono (solitamente questo è il campanello d’allarme che ci dice subito quanto forte potrebbe essere il temporale in avvicinamento). Inoltre è anche possibile assistere alla formazione di fenomeni vorticosi (trombe d’aria o trombe marine) in corrispondenza della “coda” rigenerante.

Nella serata di Domenica, 19 Gennaio 2014, il sistema temporalesco V-Shaped ha attraversato il salernitano, la Lucania e il cosentino dispensando rovesci fortissimi, grandinate e anche un’intensa attività elettrica. Attorno alle 23.00 il sistema temporalesco, trasportato dalle correnti di Libeccio alle alte quote, si è mosso verso la provincia di Bari, rigenerandosi proprio in corrispondenza della pre-murgia e la pianura barese e proprio qui che il temporale ha raggiunto il massimo dell’intensità, probabilmente anche aiutato dall’elevatissima umidità presente sulla costa adriatica di Bari. I nuclei più intensi hanno sorvolato il sud-est barese, in particolare fra Grumo Appula, Sannicandro, Bitetto, Palo del Colle, Bitritto, Adelfia, Acquaviva, Valenzano, Cellamare e Casamassima, e contemporaneamente tutta la città di Bari, provocando piogge torrenziali e un’attività elettrica da “brividi”. Migliia i fulmini caduti in poco più di mezz’ora sulla provincia barese, molti dei quali con asse nube-suolo e quindi in grado di arrecare danni e boati intensi.

Fulmine ripreso a Valenzano (BA) – Foto di Cesaria Spinelli

Con una media di circa un fulmine ogni 1-2 secondi ed un cielo letteralmente illuminato a giorno, possiamo classificarlo come uno de più forti temporali degli ultimi anni avvenuti sull’asse Bari e sud-est della provincia.

Non è mancata la grandine, localmente anche con chicchi di 2-3 cm di diametro su Bari. Fra i vari fenomeni avvenuti durante il temporale vi è anche un fulmine globulare ad Adelfia (BA), la cui formazione è davvero rarissima. Si tratta di un fulmine di piccole dimensioni con forma sferica formato da plasma e altre particelle che si scindono dai fulmini per procedere per diversi metri con moto proprio.
A parte qualche allagamento e molta paura non si è verificato nulla di grave fortunatamente. Il temporale si è poi diretto verso la costa di Monopoli, Polignano e verso il brindisino per poi procedere verso il mare aperto.

PREVISIONI METEO, TERREMOTI, NOTIZIE IN UNA SOLA APP! SCARICA GRATIS L’APPLICAZIONE INMETEO SUGLI STORES ANDROID ED APPLE!

Spettacolare ripresa della webcam di Bari (meteobari.com) che immortala 3 fulmini nube-suolo contemporaneamente

Clicca Mi Piace su InMeteo qui sotto per rimanere sempre aggiornato gratuitamente su meteo, terremoti e molto altro tramite facebook!!


VIDEO registrato a Bari città, sotto la tempesta in auto:


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: domani freddo intenso e nevicate fino a bassa quota, ecco dove

Meteo Puglia : irrompe l’aria artica, da domani gran freddo e neve a bassa quota!!

Molise : tre scosse di terremoto avvertite a nord di Isernia – insiste la sequenza sismica

News della sera: FREDDO almeno sino a mercoledì 20 dicembre, poi…
Stratosfera in marcia verso un evento di forte raffreddamento: quali conseguenze sulla circolazione?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti