Un piccolo perfetto ciclone ha interessato l’Italia : ecco la fantastica moviola!

Ciclone nel Mediterraneo / Nella giornata di Martedi un piccolo ciclone con caratteristiche molto simili a quelle di un TLC (Tropical Like Cyclone, ovvero un ciclone tropicale) ha preso forma sull’Adriatico centrale, a largo delle Marche, dopo aver interessato in precedenza il versante tirrenico e precisamente la Campania. L’analisi del fenomeno è disponibile nel seguente articolo, cliccando qui.

Il ciclone posto davanti al Gargano, foto satellitare di questa notte

Durante le ore notturne di oggi il piccolo ciclone, dopo aver interessato Marche, Abruzzo e Molise dispensando forti piogge si è spostato verso sud-est, andando ad impattare sul Gargano. Lo scontro con i rilievi della Puglia centro-settentrionale hanno smorzato e notevolmente indebolito il ciclone, il quale però ha inaspettatamente ripreso vigore appena giunto dinanzi alla costa barese riproponendo la classica forma a spirale, caratteristica dei cicloni e degli uragani. Ovviamente la notevole pedita di forza, determinata anche da una maggior stabiltà della colonna d’aria e una minor energia resa disponibile dal basso adriatico, hanno inciso sul tipo di nuvolosità del ciclone, abbastanza sterile, dato che non sono stati prodotti fenomeni significativi su Bari e su tutta la costa pugliese.
Ci interessava conoscere l’intensità dei venti attorno all’occhio del ciclone, il quale scorreva in mare, e il passaggio nei pressi delle Isole Tremiti, poste davanti al Gargano, si è rivelato abbastanza importante per poter catalogare il ciclone.

Il ciclone posto davanti alla costa pugliese fra Bari e Brindisi, stamattina

I venti registrati dalla stazione meteo posta sulle Tremiti non hanno superato i 30 km/h e ovviamente non basterebbero per poter definire il ciclone come un TLC.
Il piccolo ciclone Mediterraneo comunque ha dato “spettacolo” almeno dal punto di vista visivo, come possiamo osservare dalle spettacolari immagini satellitari che vi proponiamo, condite dalla moviola del radar della Protezione Civile, che mostra chiaramente il movimento a spirale del vortice.

La moviola della Protezione Civile che msotra il cammino del ciclone davanti a Marche e Abruzzo, nella serata di Martedi


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Eruzione dello Stromboli sempre più forte: lava e lapilli in mare

Meteo Protezione Civile domani: freddo sempre più intenso, previste anche nevicate

Maltempo: neve tonda nel Chianti, strade e campi si vestono di bianco

Modello europeo: freddo sull’Italia ancora per alcuni giorni, poi l’anticiclone?
NEWS DEL SABATO: rinforzo dell’alta pressione sotto Natale, ma prima….

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti