Allerta Meteo : Estofex lancia allerta di livello 2 su molte regioni d’Italia. Ecco le ultimissime

Allerta Meteo/ L’estesa saccatura atlantica che nelle scorse ore ha portato la prima neve dell’anno sulle pianure del Nord-Ovest, in questo momento sta letteralmente sprofondando verso il Mediterraneo occidentale e il nord Africa, innescando sul suo lato orientale, ovvero in corrispondenza dell’Italia, un vasto e violento richiamo di aria mite, umida e fortemente instabile.
Questo ramo instabile e umido attualmente posto sul Tirreno centrale possiamo tradurlo in forte maltempo che risale dal Mar Tirreno verso nord, e quindi verso Lazio, Toscana e Nord-Est d’Italia.
La situazione al momento è critica sulle zone appena citate e le previsioni per le prossime ore sono davvero preoccupanti.
Nel corso della serata odierna un minimo di bassa pressione risalirà dall’Africa andando a “rinvigorire” l’instabilità nel Mediterraneo. Sul bordo orientale del minimo, dove scorrono correnti d’aria miti e umide, verrà a formarsi una netta linea di convergenza fra le correnti forti di Scirocco e quelle più fresche provenienti da nord-ovest. Sulla linea di contrasto fra queste differenti masse d’aria, posta proprio in corrispondenza del Centro Italia (lato tirrenico), verrà a formasi un’immenso sistema temporalesco V-Shaped autorigenerante e probabilmente anche più intenso di quello che la scorsa notte ha colpito Lazio e Toscana.
Questo temporale andrà ad impattare in maniera severa proprio sul Lazio, dove la situazione è già abbastanza critica, dispensando altre forti piogge con quantitativi probabilmente superiori ai 100 mm che andranno così a sommarsi agli oltre 150 caduti oggi sulla Capitale.
Anche Estofex (centro meteo europeo specializzato nei fenomeni violenti) lancia l’allerta meteo, addirittura di livello 2, decisamente raro nel mese di Gennaio, agli inizi di Febbraio.

Estofex, allerta meteo di livello 2

Estofex, allerta meteo di livello 2

Allerta di livello 2 lanciata per il Nord-Est : qui le piogge proseguiranno quasi senza sosta soprattutto a causa dello STAU sulle Alpi e Prealpi fra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Il ramo umido ed instabile non si schioderà sino a domani e il richiamo sciroccale farà aumentare ulteriormente le temperature provocando la fusione della neve sin verso i 1500 metri di quota. Dunque un mix pericoloso fra la pioggia caduta e la fusione della neve per il livello dei fiumi.
Allerta di livello 2 per il Centro-Sud (Lazio, Calabria, Puglia e Lucania in particolare) : oltre alla convergenza delle correnti sarà proprio la temperature superficiale del mar Tirreno, abbastanza alta, a “caricare” in maniera eccessiva d’energia i sistemi perturbati. I valori energetici e gli indici temporali sono molto alti e la possibilità di forti temporali V-Shaped / MCS (sistemi convettivi a Mesoscala) nelle prossime ore proseguendo per tutto il week-end saranno possibili dapprima sul Lazio e successivamente su Calabria, Lucania e Puglia, dispensando quantitativi di poggia superiori ai 100/150mm in brevi lassi di tempo in grado di determinare pesanti disagi, allagamenti ed episodi alluvionali.

Previsioni per la tua città disponibili su www.inmeteo.net

Segui la situazione meteo in tempo reale con la — DIRETTA METEO — . Segui anche i SATELLITI , la SINOTTICA, i RADAR e le mappe dei FULMINI.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: forte maltempo domani, temporali e vento forte

Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

Arriva la NEVE sull’Appennino centrale? Ecco dove e quando!
BONINO: fase cruciale dell’inverno italico…

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti