La Campania cade a pezzi, frane e voragini. Ma nessuno ne parla e non ci sono fondi.

E’ piena emergenza in Campania e in particolare nell’area del Cilento, a cause delle frane e degli smottamenti , a seguito delle forti e abbondanti piogge della stagione invernale e soprattutto delle ultime settimane. Numerose le località in cui si sono verificate aperture di terreno, e di conseguenza di strade, fra cui in primis Agropoli, Ogliastro Cilento, Pisciotta, Palinuro, Marina di Camerota. Molte frazioni rimangono quindi isolate o parzialmente irraggiungibili. Il problema, di contro, è sempre quello dei fondi, scarsi e in molti casi non reperibili per la problematica del dissesto idro-geologico che attanaglia la regione; non di poco conto la scarsa attenzione che si da alla situazione, da parte dei media e da parte delle autorità, come lamentano i cittadini.

Solo pochi giorni fa una nuova frana ha interessato la strada di collegamento tra Salerno e Vietri sul Mare. Lo smottamento è avvenuto in data 18 Febbraio poco prima dell’ingresso al centro del comune metelliano. La montagna, da poco messa in sicurezza, ha ceduto più o meno nello stesso punto dove è franata lo scorso anno. Non è un caso che dall’ultimo report della Protezione Civile, sia emerso che per quanto concerne il dissesto idro-geologico in Italia, la situazione più preoccupante, dati alla mano, è proprio in Campania, con oltre 1.000 scuole e 56 ospedali sono in pericolo, per citare solo qualche numero.


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo in diretta: gelicidio in Piemonte, forti piogge in Liguria

Gelicidio fra Liguria e Piemonte: due treni bloccati sui binari

Maltempo in Toscana ed Emilia Romagna: disagi sulla linea ferroviaria Bologna-Prato

GELICIDIO: ma cos’è?
Ultimissime METEO delle 13

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti