Pericolo alluvione nelle Marche: prime esondazioni a Jesi e Senigallia, il Misa fa paura

Situazione critica nella Marche a causa dell’ondata di maltempo che da ieri imperversa sulla regione, e che ha visto piogge abbondantissime soprattutto nella notte e nelle ultime ore. Strade e sottopassi allagati si segnalano in molte zone, soprattutto in provincia di Ancona, fra Jesi e Senigallia. Chiusa in entrambe le direzioni di marcia anche la Sp 360 Arceviese, per l’esondazione di un torrente fra Casine di Ostra e Pianello (Ancona). Un tratto della strada statale 77 Val di Chienti è chiuso in entrambe le direzioni di marcia dal km 108,000 al km 109,900, nel comune di Civitanova Marche perché la sede stradale è allagata. Tantissime le chiamate ai vigili del fuoco e alla Protezione civile regionale da parte di cittadini in difficoltà. I centralini sono in tilt e qualcuno, non riuscendo a mettersi in contatto con i pompieri, si rivolge addirittura al 118.

Da segnalazioni su internet, si apprende che a Chiaravalle nelle ultime ore le strade si sono trasformate in fiumi di acqua e fango, in seguito a violenti temporali e piogge abbondantissime. Situazione critica anche a Senigallia, dove il Misa minaccia di esondare e il rischio di allagamenti gravi, anche in abitazioni e negozi, è concreto. In parte il fiume appenninico che sfocia nel comune anconetano, è già straripato, in alcuni punti: sono in corso interventi di salvataggio di vigili del fuoco.

Pericolo alluvione nelle Marche: lo stato del Misa – foto senigallianotizie.it

 

Pericolo alluvione nelle Marche: lo stato del Misa – foto senigallianotizie.it

 


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Violento terremoto colpisce l’Indonesia: “numero imprecisato di morti”

Ultim’ora: violenta scossa di terremoto registrata in Indonesia, sulla terraferma

Meteo lungo termine : settimana di Natale con l’aria fredda da est? Arriva la neve?

Ultimissime della sera: uno sguardo alle ultime novità messe in luce dal modello europeo
Uno sguardo al periodo post natalizio; ecco quali strade potrebbe percorrere l’atmosfera

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti