Salute / Farmaco molto noto nella bufera: 60 vittime e centinaia di malori dopo assunzione

Il Motilium è un farmaco molto noto, un anti-nausea il cui acquisto è ammesso solo post prescrizione medica e può essere somministrato sia a persone adulte che a bambini. Negli ultimi mesi tale farmaco è al centro di una vera e propria bufera. Numerosi i pareri anche autorevoli circa la sua pericolosità. Il motilium serve di per se ad alleviare il mal di stomaco associato a sintomi come nausea e vomito e si può considerare a tutti gli effetti un digestivo, ma nell’ultimo periodo è finito sotto accusa a causa dei 60 decessi e delle oltre 340 segnalazioni di gravi effetti collaterali associati alla sua assunzione. E’ quanto si legge anche sul celebre giornale Mail Online.

Farmaco molto noto nella bufera: 60 vittime e centinaia di malori dopo assunzione

In particolare si apprende che il farmaco viene usato da circa 2 milioni di persone in Inghilterra, paese insieme alla Francia in cui il suo utilizzo è notevole; e 60 persone sono morte per problemi cardiaci proprio durante l’assunzione del farmaco. Questo difficilmente può essere un caso. Già da tempo infatti, si parlava di influenza negativa del Motilium sul battito cardiaco e sulla salute del cuore. Il principio attivo alla base è il domperidone, ritenuto responsabile dei problemi al sistema cardio-circolatorio.

In seguito a ciò, è stata effettuata una revisione che riguarda il farmaco sopra citato e altri medicinali che contengono domperidone : i benefici superano i rischi ma se si soffre di problemi cardiaci attenzione. Questo il commento al Telegraph del vice direttore dell’agenzia sulla vigilanza e gestione dei rischi della MHRA, il dottor Sarah Branch, dopo la revisione del farmaco: “La revisione ha concluso che i benefici superano i rischi di somministrare il domperidone quando viene utilizzato per il trattamento di nausea e vomito, ma che non ci dovrebbero essere restrizioni sul suo utilizzo. Non dovrebbe più essere usato per i sintomi di disagio addominale, come bruciore di stomaco e sensazione di pienezza. Non c’è bisogno di smettere di prendere il farmaco. Tuttavia, se si soffre di una condizione cardiaca o avete altre domande, rivolgetevi al vostro medico o al farmacista prima di prenderlo”.

Sul sito www.medicitalia.it, si apprende che il 25 aprile 2014, il gruppo di coordinamento (CMDh, Coordination Group for Mutual Recognition and Decentralised Procedures – Human) dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA, European Medicines Agency) ha approvato un documento contenente raccomandazioni al fine di limitare l’uso di antiemetici a base di Domperidone, a causa dei rischi segnalati, in particolare degli eventi avversi cardiaci.

Dunque il consiglio è quello di consultare attentamente il proprio dottore, ed evitare il farmaco se si hanno problemi anche piccoli all’apparato cardio-circolatorio. Consiglio naturalmente rivolto a tutti, italiani compresi.

Sempre sul sito medicitalia.it , si legge che il CMDh ha indicato che il Domperidone non deve essere usato per trattare altre condizioni, come gonfiore o bruciore di stomaco e non deve essere somministrato a pazienti con moderata o grave compromissione della funzionalità epatica, né in coloro che hanno anomalie del ritmo cardiaco, o in quelli che possono presentare un aumentato rischio di tali effetti. Inoltre, non deve essere usato con altri farmaci che hanno similari effetti indesiderati sul cuore o che interferiscono con l’assorbimento corporeo di Domperidone (in quanto aumenterebbe così il rischio di eventi avversi).

Il CMDh ha deliberato che non dovrà essere più possibile utilizzare formulazioni in dosi di 20 mg. per via orale e di supposte da 10 o 60 mg., che pertanto dovranno essere ritirate dal commercio, così come prodotti in combinazione con la Cinnarizina (un antistaminico), laddove presenti.

Il documento del CMDh sarà ora inviato alla Commissione Europea, affinchè venga presa, a livello di Unione Europea, una decisione giuridicamente vincolante. Anche in passato il domperidone è stato oggetto di dibattiti e discussioni. La forma iniettabile è stata eliminata dal commercio nel 1985 a causa dei pesanti effetti collaterali.


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Forte scossa di terremoto nell’oceano Atlantico (isola di Bouvet) – dati USGS

Allerta meteo della Protezione Civile: criticità per venti forti domani

Previsioni Meteo : ancora maltempo anche nel week-end, poi gran freddo?

Ultimissime della sera: scenari di freddo moderato ma anche un po’ di anticiclone sotto Natale, tuttavia…
Raffreddamento termico: ecco DOVE colpirà di più nei prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti