Maggio, metà mese instabile, poi prima ondata di calore?

Maggio, metà mese instabile, poi prima ondata di calore? Lunga fase instabile tra la metà del mese e l’inizio della terza decade mensile; poi prima onda di calore a fine Maggio?

Maggio, metà mese instabile, poi prima ondata di calore?  Fino a qualche giorno fa i modelli erano propensi nel vedere una prima ondata di calore già dalla metà del mese di Maggio, invece negli ultimi tre giorni sono nettamente risalite le quotazioni di una fase fresca che a partire dal 12-13 Maggio sarà in grado di influenzare le sorti meteorologiche dell’Italia fino ad almeno il 22-23 Maggio.

Infatti a decorrere da domani il tempo inizierà a peggiorare a partire dal Nord per l’approssimarsi di un vortice freddo in quota, alimentato da masse d’aria fredda di estrazione artica, che poi si estenderà tra Martedì e Mercoledì al resto della Penisola, dando avvio ad una nuova fase instabile e più fresca foriera di piogge e soprattutto rovesci temporaleschi. Visti i contrasti termici saranno possibili fenomeni di forte intensità in forma di grandinate e nubifragi. I termometri risponderanno scendendo su livelli inferiori a quelli medi stagionali con le massime che in gran parte dell’Adriatico, del Nord Italia e delle zone interne faticheranno a raggiungere i 20°C; ad ogni modo il raffreddamento si farà avvertire ovunque con le massime che si attesteranno nelle località più calde sui 21-22°C contro i 27-28°C attuali.

La ferita instabile persisterà per diversi giorni così che la lacuna barica consentirà ad ulteriori impulsi freschi ed instabili da Nord di entrare sul Mediterraneo Centrale; ne conseguirà la genesi di una goccia fredda in quota che manterrà incerto il meteo di molte zone dell’Italia, aree adriatiche ed appenniniche in primis, dove fino all’inizio della terza decade del mese si rinnoveranno le occasioni per rovesci e temporali. Un parziale moto retrogrado della struttura depressionaria darà inoltre modo alla fenomenologia di estendersi nuovamente ai settori di ponente durante il prossimo fine settimana, quando inoltre potrebbe verificarsi la concomitante discesa di una nuova saccatura Nord Atlantica con maggiori effetti al Settentrione.

A questo punto, giunti al 22-23 del mese si assisterà ad un nuovo riassestamento barico che vedrà i centri di bassa pressione primari migrare in pieno ad Atlantico ad Ovest delle Isole Britanniche e contemporaneamente affondare al largo della Penisola Iberica. Sul Mediterraneo si verificherà allora un aumento della pressione sia al suolo che in quota ed a partire dalle Regioni meridionali ad opera di una rimonta anticiclonica Nord Africana che dal Basso Mediterraneo inizierà ad espandersi verso il resto dell’Italia e successivamente verso i Balcani e l’Europa Centrale. Se tale scenario venisse confermato si potrebbe verificare una prima moderata ondata di calore con i 30°C che farebbero per la prima volta dall’inizio dell’anno la loro comparsa specie al Centro-Sud e sulle Isole. Sarebbe un primo assaggio dell’incipiente Estate 2014.

In definitiva appare evidente che la Primavera continuerà a scorrere sui binari della dinamicità con sbalzi termici e repentini mutamenti del tempo; tuttavia nel lungo termine s’intravedono i primi segnali che indicano l’incipiente esordio dell’Estate.

Maggio, metà mese instabile, poi prima ondata di calore?

Maggio, metà mese instabile, poi prima ondata di calore? Rimonta anticiclonica africana dopo la fase fresca della prossima settimana in arrivo dall’Africa settentrionale. Fonte: Meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Rischio alluvioni al nord : nubifragi in atto e neve in rapida fusione – massima allerta
  • Maltempo: a Trieste grosso muro crolla su quattro auto [FOTO]
  • Maltempo fra Piemonte e Lombardia: disagi a Bagnaria, strade chiuse
  • NEWS DELLA SERA: confermato il rinforzo dell’alta pressione in terza decade, ma prima…
    MALTEMPO: cosa sta succedendo in queste ore? Quale sarà l’evoluzione a breve termine?

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti