Medusa aliena ritrovata in Italia: le ultime notizie

Fa discutere, soprattutto biologi marini e appassionati, il ritrovamento di una misteriosa medusa ma vista prima, nel nostro territorio marittimo. Il ritrovamento è avvenuto nella Laguna veneta. Nel Mediterraneo non è mai stata avvistata ma, questa volta, è stata fotografata e successivamente catturata. Ultimate le analisi genetiche e quella sulla morfologia, è arrivato il verdetto: medusa aliena arrivata fino a Venezia da mari lontani. Adesso ci si domanda naturalmente se si tratta di un’eccezione destinata a sparire oppure se rappresenta una prima forma di ricerca di stabilità, e se il Mediterraneo possa divenire in futuro habitat regolare per questa particolare forma di medusa.

Si tratta , secondo gli esperti, della “pelegia benovici”, così chiamata in onore di uno studioso scomparso recentemente, e potrebbe essere arrivata in laguna attraverso il motore di qualche imbarcazione. Fatto sta che la sua presenza costituisce una novità assoluta. Si tratta di un esemplare mai catalogato prima, per questo è stato chiamato volgarmente “medusa aliena”.

“Da anni conduciamo la campagna «Occhio alla Medusa» e diversi cittadini ci hanno mandato le foto di queste, poi alcuni colleghi che lavorano in zona le hanno catturate e ci hanno mandato gli esemplari. Le analisi genetiche e morfologiche hanno confermato: una medusa mai vista prima. L’abbiamo dedicata ad Adam Benovic, recentemente scomparso: un amico croato, anche lui specialista di meduse.” Queste le parole di Ferdinando Boero, professore all’Università del Salento, per approfondire ecco l’articolo su La Stampa.

La pelegia benovici, specie di Medusa avvistata nell’Alto Adriatico. Non era mai successo prima.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: forte maltempo domani, temporali e vento forte

Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

Prima la pioggia, poi un CALO TERMICO in attesa di un Natale ancora INCERTO
MALTEMPO: ecco dove colpirà maggiormente tra venerdì 15 e sabato 16 dicembre

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti