Allerta meteo della Protezione Civile: criticità rossa domani in Abruzzo

Nuova allerta meteo della Protezione Civile in vista del maltempo atteso sulle regioni centro-meridionali nelle prossime ore e nella giornata di domani. 

Proseguono gli effetti dell’annunciata perturbazione nord-europea che sta interessando il centro-sud Italia e per cui era già stato emesso, nella giornata di ieri, un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, possono determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

Domani forte maltempo atteso al Centro-Sud, specie Abruzzo, Molise, Nord Puglia. Guarda le previsioni nel dettaglio!

Allerta meteo della Protezione Civile: criticità rossa domani in Abruzzo

Le varie criticità previste – Vista l’evoluzione meteorologica che conferma le previsioni di precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio e temporale, su molte regioni del centro sud e in particolare sul medio e basso versante adriatico, è stata valutata, per oggi e domani, criticità rossa per rischio idraulico sull’Abruzzo meridionale. Per la giornata di oggi, la criticità valutata è invece arancione, per rischio idraulico e idrogeologico, su gran parte del centro-sud, dalle Marche fino alla Calabria, con la sola eccezione dei settori tirrenici laziali e di parte della Basilicata, indicati in criticità gialla. Il bollettino indica inoltre, sempre in criticità gialla, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna nonché i settori settentrionali delle due isole maggiori.

È utile ricordare che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio, in particolare, la criticità rossa indica la possibilità di: estese frane superficiali e colate rapide detritiche o di fango; possibili attivazione o riattivazione di fenomeni di instabilità dei versanti, anche profonde e di grandi dimensioni; possibile caduta massi. Ingenti ed estesi danni a edifici e centri abitati, infrastrutture, beni e servizi, sia prossimi sia distanti dai corsi d’acqua, o coinvolti da frane o da colate rapide. Grave pericolo per la pubblica incolumità.

 


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Eruzione dello Stromboli sempre più forte: lava e lapilli in mare

Meteo Protezione Civile domani: freddo sempre più intenso, previste anche nevicate

Maltempo: neve tonda nel Chianti, strade e campi si vestono di bianco

Modello europeo: freddo sull’Italia ancora per alcuni giorni, poi l’anticiclone?
NEWS DEL SABATO: rinforzo dell’alta pressione sotto Natale, ma prima….

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti