Incredibile in Sardegna : ripulisce la spiaggia dai rifiuti, prende una multa di 167 euro

Incredibile in Sardegna / Davvero incredibile quanto accaduto la scorsa settimana in Sardegna, precisamente in provincia di Carbonia/Iglesias, nella località di Piscinas.  Ilaria Montis, 35 anni, decide di fare un tuffo nel mare della piccola località sarda, uno dei tanti angoli di paradiso dell’isola. Un paradiso però minacciato dall’inciviltà di alcuni bagnanti. Ilaria, prima di andarsene, decide di raccogliere, insieme a un amico, alcune bottiglie e flaconi di plastica abbandonati sulla sabbia. “Guardandoci intorno ci siamo resi conto che non c’erano contenitori dove buttarli, così li abbiamo caricati in macchina, ma nemmeno lungo il tragitto abbiamo trovato dei cassonetti” racconta. Così il giorno dopo, tornata a Cagliari, dove vive ma dove non risiede, li getta in un cassonetto riservato alla plastica, non immaginado che quell’azione le sarebbe costata cara.

La multa
Immediatamente, infatti, alcuni agenti in borghese la bloccano e la multano: 167 euro da pagare entro 60 giorni. Il motivo è riportato sul verbale: “Non residente nel comune di Cagliari, conferiva all’interno dei cassonetti stradali buste contenenti rifiuti (bottiglie di plastica)”. Una violazione dell’articolo 14, comma 6, della delibera comunale n. 83 del 2010: “Nell’ambito del territorio comunale di Cagliari – si legge nella delibera – è fatto divieto del conferimento di rifiuti nei cassonetti e nelle isole ecologiche poste in opera nell’ambito territoriale, da parte di fruitori che abbiano residenza al di fuori del territorio comunale, o nel caso di rifiuti depositati da cittadini del Comune di Cagliari negli appositi contenitori se tali rifiuti siano stati prodotti in altro ambito territoriale”.

Insomma, proprio il caso di Ilaria: la ragazza ha infatti la residenza nel comune Baratili San Pietro, in provincia di Oristano, e i rifiuti provenivano dalla spiaggia di Piscinas, che si trova nel comune di Arbus, provincia del Medio Campidano.

“Non sapevo di non poter gettare i rifiuti a Cagliari, ma sui cassonetti non era specificato nulla al riguardo” racconta Ilaria, che non ha voluto firmare il verbale e che comunque non intende fare ricorso. “Non mi interessa. Quello che conta per me è solo portare all’attenzione il problema dei rifiuti e la mancanza di cassonetti su molte spiagge e strade extraurbane”.

Una “colletta” per pagare la multa
Una vicenda, quella della ragazza, che ha messo in moto un meccanismo di “solidarietà”: “E’ stata organizzata una colletta per il pagamento della multa. In molti, infatti, si sono sentiti coinvolti perché quella di pulire le spiagge dai rifiuti abbandonati è diventata un’abitudine diffusa” dice Ilaria.

Clicca Mi Piace su InMeteo qui sotto per rimanere sempre aggiornato gratuitamente su meteo, terremoti e molto altro tramite facebook!!

La multa ricevuta ragazza

 


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


Spettacolo nei cieli, arrivano le Geminidi : notte con le stelle cadenti!

Forte scossa di terremoto nell’oceano Atlantico (isola di Bouvet) – dati USGS

Allerta meteo della Protezione Civile: criticità per venti forti domani

Ultimissime della sera: scenari di freddo moderato ma anche un po’ di anticiclone sotto Natale, tuttavia…
Raffreddamento termico: ecco DOVE colpirà di più nei prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti