16 Settembre : Giornata Mondiale per la Preservazione dello Strato di Ozono, ci sono importanti novità

Come avviene ogni anno dal 1987, in data odierna si celebra la Giornata Mondiale per la Preservazione dello Strato di Ozono, ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la risoluzione 49/114, al fine di commemorare la firma del protocollo di Montreal  sulle sostanze che impoveriscono lo strato di ozono.
Dopo gli ultimissimi studi scientifici presentati all’ONU è emerso che il buco dell’ozono si starebbe restringendo. Lo afferma lo scienziato Paul A. Newman dopo aver recentemente pubblicato il rapporto condotto dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep) e l’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm), con la partecipazione della Nasa, della Commissione europea e del National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa), secondo cui il livello di ozono nella stratosfera è aumentato del 4% in circa 13 anni (dal 2000 al 2013).
La ricostruzione dello strato di ozono che protegge la Terra dalle radiazioni ultraviolette del sole è a buon punto, grazie all’azione internazionale concertata contro i gas distruggi-ozono, come i Cfc“. La lotta ovviamente non finisce qui e il successo del Protocollo di Montreal (istituito il 16 Settembre 1987) deve essere d’esempio ed incoraggiare nuove azioni volte alla protezione e alla preservazione non solo dello strato di ozono, ma del clima in generale.

Lo slogan scelto per l’edizione 2014 è proprio “Ozone Layer Protection: The Mission Goes On”, con il quale si intende sottolineare l’urgenza di non abbassare la guardia alla luce dei successi conseguiti, ma, al contrario, intensificare gli sforzi per contrastare le sfide ambientali ancora in atto.

Cos’è l’ozonosfera? L’ozonosfera è lo strato di ozono che ripara la Terra dai raggi ultravioletti del Sole ed è situato nella Stratosfera, posta esattamente sopra la Troposfera (dove avvengono i fenomeni meteorologici). Nella Stratosfera si trova il 90% di tutto l’ozono terrestre e proprio grazie alla presenza dell’ozono che sul nostro Pianeta è possibile la vita : l’ozono si forma a seguito del processo di fotodissociazione dell’ossigeno: quando la radiazione solare colpisce la molecola di ossigeno (O2), essa si scompone in due atomi di ossigeno ( O e O ). Uno di questi due atomi tenderà ad unirsi immediatamente ad una molecola di ossigeno dando vita all’ozono (O3). Tramite questo processo è stata “consumata” la radiazione solare e quindi energia, che di conseguenza non giunge sulla Terra ma semplicemente riscalda la Stratosfera. Infatti sebbene la Stratosfera si trova oltre i 10 km di altezza, lasciando pensare ad un clima estremamente rigido, la temperatura tende ad alzarsi portandosi sin verso i 25 °C. Questo aumento della temperatura è possibile solo grazie al processo di formazione dell’ozono che blocca dunque le pericolose radiazioni solari.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: freddo intenso e nevicate al centro-sud domani

Maltempo in Puglia : temporali nevosi nel barese. Forte gragnola su Bari, imbiancata!

Catastrofe in Cile: enorme frana travolge un paese, morti e dispersi

Meteo a 7 giorni: l’alta pressione inseguirà il FREDDO, ma a Natale…
Meteo a 15 giorni: dopo Natale probabili nuove fasi perturbate su mezza Italia

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti