Meteo Inverno 2014-2015: alte probabilità di gelo e neve per l’Istituto di Ricerca Polare

Il riscaldamento globale e lo scioglimento dei ghiacciai alla base di una previsione di inverni freddi e nevosi. Non è di certo una novità ma se ne discute da tempo e molto scienziati sono fermamente convinti che il global warming ed il progressivo disintegrarsi dei ghiacci alle latitudini settentrionali dell’emisfero sarebbero alla base di un raffreddamento nel “breve-medio termine”, vale a dire nei prossimi decenni, per quanto concerne Asia ed Europa. Questo proprio a causa della presenza di ghiaccio a latitudini più basse che fungerebbe da “blocco” per le correnti miti oceaniche.

La tesi, naturalmente combinata da approfonditi studi ed elaborazioni modellistiche, è stata rilanciata dall’importante Istituto di Ricerca Polare Scott. Il declino del ghiaccio marino osservato nei mari di Barents e di Kara, a partire dal 2004 sta provocando un’alterazione della consueta circolazione delle masse di aria, provocando un ‘blocco’ che spinge l’aria fredda a riversarsi verso Asia e Europa. La scoperta è stata fatta realizzando oltre 200 diverse simulazioni al computer della circolazione atmosferica mondiale in base a una vasta serie di parametri che considerano anche la distribuzione dei ghiacci. “Questo nuovo studio – ha commentato Colin Summerhayes dell’Istituto di Ricerca Polare – conferma analisi precedenti e verifica che il declino dei ghiacci ha raddoppiato la probabilità che si verifichino inverni rigidi in Asia e Europa”. Gli effetti risulteranno evidenti già nei prossimi anni e già l’inverno 2014-2015 potrebbe quindi risultare freddo ed estremizzato in tal senso, per Europa e Asia.

Grazie allo scioglimento dei ghiacci alte probabilità di inverni rigidi per l’Istituto di Ricerca Polare. Effetti già dai prossimi inverni.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 17 Giugno 2018 (ultimi terremoti, orario)

Meteo : una domenica soleggiata, occhio a residui temporali al sud

Enorme frana in Calabria: fango e detriti sulla SS18 a Bagnara, non si escludono mezzi coinvolti

L’anticiclone si espande sul Mediterraneo centrale ma dal prossimo weekend…
Il MALTEMPO colpisce duramente le regioni del sud: allagamenti e disagi

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti