Roma, crollato l’Alberone, esondato il fiume Almone. Feriti e case isolate.

Le forti piogge abbattutesi anche in nottata e al mattino hanno provocato ulteriori disagi e danni nel romano. Crollato l'”Alberone”. A causa del maltempo è crollato, in via Igino Capponi angolo via Appia, l’albero di pino simbolo del quartiere Alberone. Un ramo della pianta ha colpito due passanti che sono rimasti feriti, a quanto pare, non gravemente. Intanto il fiume Almone è straripato allagando molte attività commerciali. I vigili del fuoco stanno intervenendo per aiutare l’evacuazione degli edifici rimasti isolati e mettere in sicurezza quelli allagati, sull’Appia antica.

Il Tevere e l’Aniene rimangono sotto stretta osservazione con livelli registrati alle ore 6 all’idrometro di Ripetta di 7,37 metri – Fase di Attenzione. Già nella nottata, al raggiungimento dei 7 metri, è stata predisposta la chiusura delle banchine nel tratto urbano. Per l’Aniene, alle ore 6 all’idrometro di Ponte Mammolo si registravano 5,15 metri.

Roma, crollato l’Alberone. Storico albero della città.

Strade allagate, semafori in tilt e chiusura della stazione della metro A Repubblica a causa della pioggia che continua a cadere sulla capitale. Allagamenti in via Collatina e in via Flaminia dove la polizia municipale ha chiuso al traffico per allagamenti il sottopasso, altezza Euclide, in direzione Tor di Quinto. Sono circa 150 gli interventi in totale effettuati dai vigili del fuoco da ieri sera a causa del maltempo. A quanto riferito la zona più colpita dalle piogge notturna è quella dei Castelli romani con allagamenti in strada e in abitazioni.

Nelle prossime ore avremo finalmente un miglioramento della situazione meteo. Cessazione dei fenomeni prevista dal pomeriggio e tempo stabile nel week end.

Roma Tiburtina


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Previsioni meteo oggi: migliora al Nord, maltempo al Centro Sud

Creta : intensa scossa di terremoto nel Mediterraneo orientale – dati EMSC

IRAN | Nuova forte scossa di terremoto vicino a molti centri abitati – dati USGS

MODELLO CANADESE scatenato questa mattina: freddo e neve su molte regioni dopo il giorno 20!
NON è ammissibile ricondurre ogni episodio atmosferico al riscaldamento globale!

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti