Un ciclone si è formato nel Mediterraneo: apprensione in rete, ecco gli ultimi aggiornamenti. Facciamo chiarezza.

Ultimi aggiornamenti sul vortice ciclonico in azione – Un ciclone, con tanto di “occhio”, si è formato nel Mar Mediterraneo a Sud della Sicilia, ed è ancora in vita. Solo pochi minuti fa ha fatto registrare raffiche sui 150 km/h sull’Isola di Malta. Nulla di inventato e il fenomeno, raro ma non unico nel suo genere alle nostra latitudini, è stato illustrato e descritto in questo nostro articolo di poche ore fa. Eccolo in tutto il suo splendore (didatticamente parlando). Nettissima dal satellite la presenza dell’occhio con rotazione ciclonica intorno. Nelle ultime ore, anche a seguito di allerte meteo lanciate dalla Protezione Civile, si è diffuso un pò di panico in rete, e si sa, in queste situazioni, il web può amplificare e distorcere l’informazione.

L’ultimo aggiornamento della Protezione Civile sul sui sito ufficiale dichiara: “Gli ultimi dati satellitari rilevati individuano il centro del ciclone simil-tropicale posizionato su Malta dove si stanno registrando venti di burrasca forte con violenti piogge.
L’attuale posizione del fenomeno conferma, al momento, l’indicazione della traiettoria verso est-nord-est; sebbene l’evoluzione futura non sia esattamente prevedibile, quanto registrato e confrontato con i modelli continua a indicare la possibilità che la parte settentrionale del ciclone impatti con le coste siciliane dal tardo pomeriggio, interessando in particolare la fascia costiera delle province di Siracusa, Ragusa e Caltanissetta, con un possibile parziale coinvolgimento anche di quelle di Agrigento e Catania. Come già detto, l’intensità sarà variabile in funzione dell’effettiva traiettoria e della parte del ciclone che effettivamente impatterà al suolo.
Sul sito del Dipartimento è possibile trovare raccomandazioni generali sui comportamenti di prevenzione da adottare che devono essere integrate con le specifiche indicazioni fornite dalle autorità locali di protezione civile.”

Leggi anche : Intenso ciclone Mediterraneo: foto della profonda depressione

Cosa succederà nelle prossime ore? la depressione che ha tutte le sembianze di un ciclone tropicale (ma non tutte le medesime caratteristiche come spiegato nell’articolo suddetto) muoverà verso Levante, ed effettivamente tale area depressionaria continuerà ad alimentare maltempo sulle estreme regioni meridionali. La parte settentrionale della figura ciclonica potrà interessare (sebbene ciò non sia del tutto certo e prevedibile senza margini d’errore) la Sicilia orientale e il settore sud-orientale dell’Isola, portando una recrudescenza dei fenomeni soprattutto in serata e nelle prime ore della notte. Ulteriori nubifragi e venti molto intensi, con raffiche intorno ai 100 km/h potranno interessare le province di Ragusa, Siracusa, e il catanese, in particolare zona meridionale. Qui invitiamo a non mettersi in viaggio e a non uscire di casa, se non strettamente necessario. 

Quindi, ulteriore maltempo sulla parte orientale dell’Isola, dove già sono in atto temporali e locali nubifragi. Di certo, non è corretto dire che il ciclone farà “landfall” sulla terraferma sicula, bensì la andrà ad interessare marginalmente. Condizioni di maltempo e instabilità, inoltre, le ritroveremo anche sulla Calabria meridionale e fascia ionica della stessa, e, residuo, anche sul Salento. Qui il vento sarà generalmente meno intenso rispetto alla Sicilia. Fra la mattinata e il pomeriggio di domani assisteremo ad un generale miglioramento con attenuazione dei fenomeni.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Violento terremoto colpisce l’Indonesia: “numero imprecisato di morti”

Ultim’ora: violenta scossa di terremoto registrata in Indonesia, sulla terraferma

Meteo lungo termine : settimana di Natale con l’aria fredda da est? Arriva la neve?

Ultimissime della sera: uno sguardo alle ultime novità messe in luce dal modello europeo
Uno sguardo al periodo post natalizio; ecco quali strade potrebbe percorrere l’atmosfera

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti