Ciclone si abbatte sulla Sicilia: alberi sradicati, danni pesanti

Avevamo affermato ieri sera che la traiettoria del ciclone formatosi nel Mediterraneo a Sud della Sicilia, fosse imprevedibile ma soltanto ipotizzabile. E infatti il ciclone, dopo aver proceduto da Ovest verso Est quasi parallelamente alla costa meridionale della Sicilia, ha “virato” verso Nord portandosi nell’area ionica a ridosso della costa orientale dell’Isola Maggiore. Facendo praticamente landfall sulla Sicilia, nel tratto fra Catania e Siracusa, prima di dissolversi. Una traiettoria leggermente diversa da quella ipotizzata, più settentrionale, che ha apportato comunque come avevamo previsto maltempo forte su Est Sicilia e anche sulla Calabria, interessata in maniera più marginale.

Danni sulla Sicilia – Dalla tarda serata di ieri, e per tutta la notte, il vortice ciclonico ha determinato quindi nubifragi e fortissimi venti, localmente con raffiche fino a 100-110 km/h. Danni di conseguenza ingenti, soprattutto nelle province di Catania e Siracusa, con alberi, pali, cartelloni divelti e alcune abitazioni danneggiate. Allagamenti si sono verificati a Catania, in città, provincia e lungo il tratto autostradale che collega Messina a Catania. Allagamenti anche ad Augusta, dove il vento avrebbe superato i 100 km/h, con alberi sradicati dalla raffiche, tanti oggetti scaraventati per strada e numerose auto danneggiate. A Palazzolo Acreide, provincia di Siracusa, sono state registrate raffiche di vento fino a 104 km/h e intensi nubifragi. E’ proprio Siracusa la zona maggiormente colpita probabilmente: gli interventi dei vigili del fuoco, sia in città che nei comuni limitrofi, sono stati numerosi nella notte.

Al momento si registrano ancora forti rovesci e nubifragi fra ragusano e siracusano, ma la situazione tenderà generalmente a migliorare entro il pomeriggio.

Il ciclone alle 6.30 del mattino. L’occhio praticamente sulla costa sicula.

Gli effetti del ciclone a Carlentini (Siracusa)


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Marche : scossa di terremoto moderata avvertita nel maceratese (20 maggio 2018) – dati INGV

Meteo Protezione Civile: domani temporali su gran parte d’Italia

Lieve scossa di terremoto sulla costa nord-orientale della Sicilia (Messina)

MODELLO EUROPEO: la prima ondata di calore sul Mediterraneo? Accesso consentito
Persistono i TEMPORALI soprattutto al nord, maggiore anticiclone da giovedì 24, tuttavia…

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti