Fine mese: L’Inverno busserà da Nord-Est?

Fine mese: L’Inverno busserà da Nord-Est? Dopo un ulteriore passaggio perturbato ed una fase interlocutoria anticiclonica, l’Inverno potrebbe bussare alle porte dell’Italia e del Mediterraneo da Nord-Est verso fine Novembre.

Fine mese: L’Inverno busserà da Nord-Est? Nei prossimi giorni assisteremo al transito dell’ultima perturbazione della serie di questa lunghissima fase perturbata apertasi con l’inizio di Novembre. Tra Lunedì e Martedì il fronte perturbato attraverserà gran parte dell’Italia con massimi effetti al Centro-Nord. Ancora una volta piogge intense colpiranno la Liguria e le aree Prealpine già duramente messe in ginocchio dalla lunghissima fase di maltempo di queste settimane. Saranno possibili temporali anche in forma di nubifragio, ma questa volta la perturbazione si muoverà abbastanza velocemente estendendosi a gran parte del Centro-Nord ed alla Campania. Durante la serata di Lunedì il maltempo anche con nubifragi raggiungerà l’apice al Nord-Est e sulle Centrali tirreniche, mentre gradualmente migliorerà il tempo al Nord-Ovest.

Martedì le precipitazioni decisamente più attenuate ed a carattere sparso interesseranno il Centro-Sud (lato tirrenico),  il Nord-Est ed in modo ancor più isolato il settore alpino, mentre altrove si avranno nubi sparse ma in un contesto asciutto. Da Mercoledì il tempo migliorerà sensibilmente per il progressivo aumento della pressione a tutte le quote, grazie ad una rimonta subtropicale africana. Le temperature diurne in montagna e lungo le coste del Centro-Sud rimarranno abbastanza miti in quanto l’alta pressione sarà alimentata da aria relativamente calda in quota. L’alta pressione finalmente interromperà questa lunga fase piovosa che ha colpito così duramente il Nord Italia. Tale fase di stabilità perdurerà fino a Domenica 23 Novembre. La stasi atmosferica sarà accompagnata dallo sviluppo di dense e fitte nebbie sulla Pianura Padana e nelle aree vallive del Centro-Nord. Le temperature minime si abbasseranno grazie alla presenza di cieli sereni e all’interruzione del flusso mite da Sud-Ovest con conseguente comparsa delle prime forti inversioni termiche. Durante le ore più calde della giornata le temperature saranno come già accennato miti specie in quota e lungo le coste del Centro-Sud, a causa della radice subtropicale dell’anticiclone.

Già da Domenica 23 l’alta pressione verrà nuovamente messa in crisi e questa volta sarà l’Inverno a bussare alle porte dell’Italia e del Mediterraneo. Infatti l’alta pressione tenderà a sbilanciarsi verso Nord, finendo con il dare supporto allo sviluppo di un’altra area anticiclonica che dall’Europa Settentrionale tenderà ad estendersi fin verso la Russia Artica. Tale anticiclone sarà in parte di natura termica e favorirà il moto da Est/Nord-Est verso Ovest/Sud-Ovest di masse d’aria molto fredde di natura continentale verso l’Europa ed il Mediterraneo Centrali. Si tratterebbe di una configurazione decisamente più invernale. Tra l’altro l’indebolimento dell’alta pressione in sede Mediterranea favorirebbe una nuova progressione delle depressioni Nord Atlantiche verso l’Italia ed il Mediterraneo Centrale. Si aprirebbe così una nuova fase dapprima instabile e poi decisamente perturbata che andrebbe a caratterizzare gli ultimi giorni di Novembre ed i primi di Dicembre. Rispetto all’attuale fase di maltempo si verificherebbe una maggiore interazione tra correnti fredde continentali e depressioni atlantiche; inoltre l’abbassamento di latitudine del flusso perturbato atlantico favorirebbe l’introduzione di masse d’aria polari marittime verso le nostre latitudini. Ne conseguirebbe una fase di nuove copiose precipitazioni con neve a quote basse al Nord e medie al Centro-Sud Questo secondo lo scenario GFS.

ECMWF vede invece per la fine del mese una più massiccia e diretta irruzione artica che dalla Russia raggiungerebbe l’Italia con risvolti perturbati specie al Centro-Sud e nevicate a quote basse grazie ad un deciso calo delle temperature che interverrebbe qualora si verificasse tale configurazione.

A prescindere da quale dei due scenari andrà in porto, appare evidente che entro la fine di Novembre l’Inverno inizierà a mandarci i suoi “freddi segnali” del suo incipiente arrivo. Gradualmente si assisterà ad un raffreddamento sull’Europa settentrionale ed orientale in grado poi probabilmente di estendersi almeno in parte verso il Mediterraneo e l’Europa Centrali.

Fine mese: L'Inverno busserà da Nord-Est?

Fine mese: L’Inverno busserà da Nord-Est? Verso gli ultimi giorni di Novembre crescono le possibilità di un’irruzione d’aria artica verso l’Italia, scenario ECMWF per il 26 Novembre. Fonte:Meteociel.fr

 


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • IRAN | Nuova forte scossa di terremoto vicino a molti centri abitati – dati USGS
  • Terremoto Sicilia : scossa moderata nel messinese ben avvertita – dati INGV
  • Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Mercoledì 13 Dicembre
  • Ultimissime: rinforzo anticiclonico, ma l’Italia ancora coinvolta da fredde correnti settentrionali
    Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti