Prima metà di Dicembre: prime irruzioni artiche?

Prima metà di Dicembre: prime irruzioni artiche? Possibili prime irruzioni fredde tra l’8 Dicembre e il 15 Dicembre. L’incognita dell’alta pressione.

Prima metà di Dicembre: prime irruzioni artiche? L’Autunno meteorologico si congeda all’insegna di un impressionante ondata di calore fuori stagione in Sicilia dove si sono osservate massime superiori ai 30°C. Il tepore o a questo punto il caldo anomalo avvolgono comunque gran parte dell’Italia. E tutto questo mentre al Nord e su parte del Centro le piogge non danno tregua.

Si guarda quindi all’ormai incipiente esordio dell’Inverno meteorologico che avverrà oggi 1° Dicembre ed ai prossimi 7-10 giorni.  Arriverà un periodo più freddo e più secco? Terminerà questa lunga fase sopramedia? In base alle carte odierne bisognerà pazientare ancora qualche giorno. Il vortice sul Mediterraneo occidentale avanzerà verso l’Italia, stazionando poi a ridosso della Sardegna fino ad almeno metà settimana. Ne conseguirà quindi una nuova fase molto instabile se non perturbata. Dapprima saranno il Nord ed il Tirreno a subire le maggiori precipitazioni; gradualmente i fenomeni si estenderanno anche al resto del Centro-Sud. Le piogge prima e successivamente l’inserimento di correnti Nord-orientali sul Medio-Alto Adriatico determineranno un graduale calo  delle temperature che in entro la seconda metà della settimana si riporteranno su valori più consoni al periodo.

Va specificato che a fronte di cali termici anche di una decina di gradi le temperature si limiteranno a rientrare nelle medie stagionali, stante l’entità degli scarti positivi osservati negli ultimi giorni sotto la spinta delle correnti Nord Africane.  Nel corso del primo fine settimana le piogge si concentreranno al Centro-Sud, mentre diverranno più episodiche al Nord. A questo punto si apriranno scenari differenti a seconda o meno dell’entità del rinforzo delle correnti occidentali in sede Nord Atlantica.

L’elemento più probabile ad oggi sembra essere l’inizio di una fase un po più secca al Nord e su parte del Centro specie dal 6 Dicembre in poi e come già detto una lenta discesa delle temperature che diverrebbero più consone al periodo. A livello barico a decorrere  dall’8 Dicembre l’alta pressione azzorriana potrebbe ergersi verso Nord, bloccando in parte le miti correnti occidentali ed aprendo così scenari più invernali sull’Europa ed il Mediterraneo.

ECMWF vede un affondo meridiano diretto al Mediterraneo Centrale con avvio di una fase più fredda e sempre instabile ma più nevosa e diretta maggiormente al Centro-Sud. Il Settentrione sperimenterebbe un clima più freddo, ventoso ma anche più secco, tranne il Nord-Est dove si avrebbero le prime nevicate a quote basse. Tale irruzione fredda si verificherebbe intorno al 10 Dicembre.  GFS vede invece un rinforzo delle correnti occidentali sul Nord Atlantico, le quali spingerebbero l’alta pressione delle Azzorre verso il Mediterraneo cento-occidentale, dando inizio ad una fase più stabile  specie al Centro-Nord.  Le irruzioni artiche avrebbero come target l’Europa centro-orientale ed i Balcani, sfiorando l’Adriatico. In tal caso l’Italia sarebbe interessata da venti più freddi e secchi sempre intorno al 10 Dicembre ma con effetti precipitativi limitati al basso adriatico. Tale tipo di tempo caratterizzerebbe il meteo fino a metà mese.

In conclusione ci attendono ancora alcuni giorni piovosi e piuttosto miti. Le temperature gradualmente caleranno avvicinandosi alle medie stagionali. A partire dal primo fine settimana di Dicembre dovrebbe cominciare una fase più asciutta o comunque meno piovosa specie per il Centro-Nord. Da valutare nei prossimi giorni il grado di coinvolgimento dell’Italia da parte delle irruzioni artiche attese sull’Europa Centro-orientale a ridosso di metà mese.

Prima metà di Dicembre: prime irruzioni artiche?

Prima metà di Dicembre: prime irruzioni artiche? Fonte: Meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Rischio alluvioni al nord : nubifragi in atto e neve in rapida fusione – massima allerta
  • Maltempo: a Trieste grosso muro crolla su quattro auto [FOTO]
  • Maltempo fra Piemonte e Lombardia: disagi a Bagnaria, strade chiuse
  • NEWS DELLA SERA: confermato il rinforzo dell’alta pressione in terza decade, ma prima…
    MALTEMPO: cosa sta succedendo in queste ore? Quale sarà l’evoluzione a breve termine?

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti