Irruzione Artica di Santo Stefano: dove si avvertirà maggiormente il calo termico?

Irruzione Artica di Santo Stefano – In questo editoriale andremo a concentrare la nostra attenzione sul profilo termico che assumerà l’atmosfera per la giornata di Santo Stefano e quella successiva.

Irruzione Artica di Santo Stefano

Irruzione Artica di Santo Stefano

La saccatura di aria di origine Artica che irromperà nel Mediterraneo Orientale nelle prime ore del 26, sarà accompagnata da un sensibile calo delle temperature su tutto il territorio Italiano, ma dove si avvertirà maggiormente questa diminuzione? Secondo gli ultimi aggiornamenti modellistici saranno le regioni Adriatiche quelle in cui le temperature scenderanno maggiormente. Infatti, nella tra la notte di Santo Stefano e quella del 27 Dicembre sulle regioni centrali, alla quota di 850 hPa, si avranno termiche fine -7/8°C. Lo scarto rispetto alle termiche di questi giorni sarà di circa 10-11°C, mentre a causa della presenza di forti venti settentrionali le temperature percepita saranno ben al di sotto dello zero fin sulle coste di Marche, Abruzzo e Molise.


Articolo di Luca Mennella

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: freddo intenso e nevicate al centro-sud domani

Maltempo in Puglia : temporali nevosi nel barese. Forte gragnola su Bari, imbiancata!

Catastrofe in Cile: enorme frana travolge un paese, morti e dispersi

Meteo a 7 giorni: l’alta pressione inseguirà il FREDDO, ma a Natale…
Meteo a 15 giorni: dopo Natale probabili nuove fasi perturbate su mezza Italia

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti