Focus peggioramento di Santo Stefano: dove, e a che quote cadrà la neve?

In questo editoriale andremo ad analizzare i principali modelli ad alta risoluzione per effettuare una previsioni il più accurata possibile per la giornata di Venerdì 26 Dicembre 2014. Indicheremo quali saranno le regioni maggiormente interessata e le rispettive quote neve.

Focus peggioramento di Santo Stefano: dove, e a che quote cadrà la neve?

Focus peggioramento di Santo Stefano: dove, e a che quote cadrà la neve?

Secondo gli ultimi aggiornamenti modellistici a partire dalla mattinata di Santo Stefano piogge e rovesci di moderata intensità incominceranno ad interessare Marche e Abruzzo, Molise e Nord Puglia, mentre a partire dal primo pomeriggio le precipitazioni si potrà avere qualche debole sconfinamento anche su Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Le precipitazioni interesseranno le regioni appena citate fino a sera, quando incomincerà un veloce miglioramento delle condizioni meteorologiche. La quota neve si attesterà inizialmente attorno i 900/1000 metri su Marche e Abruzzo a quote superiori nelle restanti regioni, con il passare delle ore, grazie ad un afflusso crescente dell’aria fredda, si avrà un graduale abbassamento della quota neve che potrà facilmente raggiungere i 200/300 metri di quota, possibili nevicate su Teramo, Atri e Lanciano. Sulla Puglia la quota neve potrà scendere fin sui 600/700 metri, mentre sulle restanti regioni massimo sui 900/1000m di quota.

 


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Giovedì 14 Dicembre

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 13 Dicembre 2017 (ultimi terremoti, orario)

Doppia scossa di terremoto fra Sicilia e Malta. Tremore nel ragusano.

Meteo a 15 giorni: l’anticiclone di Natale potrebbe essere detronizzato facilmente
Meteo a 7 giorni: tanta pioggia in arrivo al centro VENERDI, poi si farà sentire il FREDDO…

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti