Aria polare in arrivo: la protezione Civile emette allerta “maltempo e neve”, ecco i dettagli

Allerta meteo Protezione Civile per maltempo, neve e venti forti – La Protezione Civile ha emanato un bollettino di allerta, dopo quello di ieri, in vista del maltempo delle prossime ore e anche del freddo polare in arrivo sulla penisola a partire da domani, confermato dagli ultimi aggiornamenti dei modelli matematici. Ecco il comunicato stampa, reperibile anche sul sito www.protezionecivile.gov.it

Per le previsioni dettagliate su tutta Italia, cliccare qui

L’arrivo della preannunciata perturbazione atlantica sta portando un netto peggioramento delle condizioni meteo nel nostro Paese, con effetti in estensione dalle regioni settentrionali verso sud, con venti forti, temporali, anche intensi sulle zone tirreniche meridionali, e nevicate fino in pianura al settentrione, a quote collinari al centro. Inoltre, la sostenuta ventilazione dai quadranti settentrionali determinerà, nei prossimi giorni, una generale e sensibile diminuzione delle temperature, specie al centro-sud con valori che tenderanno a divenire molto rigidi almeno fino alla giornata di San Silvestro con associate nevicate che localmente raggiungeranno il livello del mare.

Protezione Civile: maltempo si sposta al Centro-Sud. Poi freddo polare sino a San Silvestro.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diramato nella giornata di ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dalla serata di oggi, sabato 27 dicembre, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale sulla Campania, in estensione a Basilicata, Calabria e successivamente a Puglia e Sicilia, con quota neve in diminuzione fino a 800 metri sulle aree appenniniche. Tali fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Atteso, inoltre, un rinforzo dei venti, da forti sino a burrasca forte, dai quadranti occidentali sulle Marche, dai quadranti meridionali su Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, tendenti a disporsi dai quadranti settentrionali, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.
Previste, dal pomeriggio di domani, 28 dicembre, nevicate a quote superiori ai 200 metri sulle Marche, con possibili sconfinamenti fino al livello del mare.

Sulla base dei fenomeni previsti, è stata valutata per la giornata di domani, domenica 28 dicembre, criticità rossa per rischio idrogeologico localizzato sulla Calabria tirrenica, mentre la criticità arancione per rischio idrogeologico sarà sulla Campania, Basilicata e sulle restanti aree calabresi.
Criticità gialla, invece, è prevista su Marche, Umbria, Toscana meridionale tirrenica, Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna.


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Valanghe: italiano morto travolto da valanga nel canton Vallese

Paolo Nespoli rientra sulla terra dopo 139 giorni sulla Stazione Spaziale. Missione compiuta!

Meteo : insiste il maltempo sull’Italia. Occhio oggi ai venti forti di libeccio!

Il meteo nodo natalizio: ecco una possibile evoluzione tra il 23 e il 30 dicembre!
Meteo week-end: chi aprirà l’ombrello? Dove farà più freddo?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti