Gelo alle porte: prima stima degli accumuli sul versante Adriatico

In questo editoriale con l’ausilio dei principali modelli matematici ad alta risoluzione andremo ad effettuare una prima e provvisoria stima degli accumuli nevosi che potranno interessare la fascia Adriatica. In particolare terremo conto del nostro modello matematico (WRF inizializzato con dati GFS) e dei modelli del Lamma Toscana. Dall’analisi di questi modelli possiamo affermare che nelle giornate del 28 e del 29 Dicembre 2014 le regioni maggiormente interessate da fenomeni nevosi saranno Marche, Abruzzo e Molise. Su queste a partire dalla serata di domani la neve cadrà a quote di bassa collina, mentre dalla nottata anche lungo le coste di Marche e Abruzzo. Le precipitazioni interesseranno queste zone a partire dal pomeriggio di Domenica e fino alla mattinata di Lunedì. Dal pomeriggio si avrà un breve miglioramento. Gli accumuli, lungo l’asse collinare potranno raggiungere i 15/20 cm (localmente anche fino a 30 cm), molto inferiori lungo le coste. Si segnala che dalla nottata di Lunedì 29, a causa di un nuovo impulso di aria gelida di matrice Artica continentale, si avrà un nuovo e  più marcato peggioramento delle condizioni meteorologiche, in questa fase la neve potrà cadere copiosa ed abbondante anche lungo le coste Adriatiche. Tuttavia per questa seconda fase, aspettiamo maggiori e più precisi dati prima di fornire eventuali stime degli accumuli.

Gelo alle porte: prima stima degli accumuli sul versante Adriatico. Previsione del modello matematico Inmeteo WRF

Gelo alle porte: prima stima degli accumuli sul versante Adriatico. Previsione del modello matematico Inmeteo WRF

 


Articolo di Luca Mennella

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Eruzione dello Stromboli sempre più forte: lava e lapilli in mare

Meteo Protezione Civile domani: freddo sempre più intenso, previste anche nevicate

Maltempo: neve tonda nel Chianti, strade e campi si vestono di bianco

AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni
Instabilità su molte regioni almeno sino alla Vigilia di Natale, spesso anche FREDDO

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti