Correnti a getto: cosa sono e come utilizzarle per prevedere il tempo

Correnti a getto – In corrispondenza dei punti in cui avviene lo scontro tra masse d’aria molto differenti si ha la formazione delle correnti a getto. Le correnti a getto sono flussi di vento particolarmente intensi presenti ai limite della troposfera. Queste intense correnti possono raggiungere velocità di 150-250 Km/h, una larghezza di 150-500 Km e uno spessore verticale di 2-3 Km. La loro formazione è causata della presenza di discontinuità termiche sul piano orizzontale nelle zone introno ai 30°N, dove si incontrano il ramo discendente della circolazione di Hadley e il ramo discendente della circolazione di Ferrel, e attorno i 60°N, dove si incontrano il ramo ascendente di Ferrel e quello ascendente della cella Polare. Nella parte settentrionale di tali fasce la pressione diminuisce molto più velocemente con la quota rispetto alla parte meno settentrionale occupata da aria più calda (vedi Fig. sotto). In questo modo in alta troposfera si viene a creare un forte gradiente barico che dà vita alla corrente a getto polare (la più intensa) e alla corrente a getto sub-tropicale. Queste correnti non seguono traiettorie rettilinee ma sono forzate a deviare da molti fattori, uno di questi la componente orografica.

Correnti a getto, cosa sono e come utilizzarle per prevedere il tempo

Correnti a getto, cosa sono e come utilizzarle per prevedere il tempo

In questo modo avvengono continui sconfinamenti delle masse d’aria polari e sub-tropicali, con conseguenti irruzioni fredde verso Sud e calde verso Nord. La corrente a getto può acquisire quindi ampie oscillazioni meridiane con lunghezza d’onda dell’ordine dei 4000-10000 Km, chiamate Onde di Rossby. La scoperta delle correnti a getto ha influenzato negli ultimi decenni le conoscenze relative all’origine e alla formazione dei sistemi perturbati extra-tropicali e quindi delle previsioni meteorologiche.

 


Articolo di Luca Mennella

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: forte maltempo domani, temporali e vento forte

Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

Ultimissime della sera: nuova ondata di FREDDO pronta a colpire la nostra penisola, poi…
Prima la pioggia, poi un CALO TERMICO in attesa di un Natale ancora INCERTO

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti