Previsioni Meteo : lobo del Vortice Polare in dirittura d’arrivo. A seguire gelo continentale?

Previsioni Meteo/ Sempre più conferme giungono dai modelli matematici riguardo il netto cambio di rotta che coinvolgerà il continente europeo, il quale si appresta a vivere una nuova importante fase invernale dopo l’episodio gelido di fine Dicembre.
Questa volta il peggioramento generale delle condizioni meteo sarà determinato dal vero e proprio collasso del Vortice Polare, ovvero la grande area di bassa pressione stazionante sul Polo Nord che regola le sorti invernali dell’emisfero boreale da sempre.
Un lobo di questo immenso vortice freddo scivolerà verso l’Europa a partire da Giovedi sino a sfiorare la nostra Penisola con valori di pressione di tutto rispetto.

Possiamo tracciare una prima linea di tendenza per quanto riguarda la nostra Penisola, caratterizzata da due episodi decisamente importanti invernali, che potrebbero concretizzarsi nei prossimi 10/15 giorni.
Prima fase, discesa di aria artico-marittima (lobo del Vortice Polare), 29 Gennaio – 1 Febbraio : il lobo del VP scivolerà dalla Groenlandia verso l’Europa, riscaldandosi alle basse quote per via della presenza dell’Oceano Atlantico, ma mantenendo le sue caratteristiche gelide in alta quota. Pertanto nonostante assisteremo all’arrivo sull’Europa centrale di una parte del Vortice Polare, non avremo a che fare con temperature gelide. Il tipo di aria che giungerà sull’Italia, infatti, sarà di tipo artico-marittimo (molto meno fredda rispetto ad una massa d’aria di tipo continentale) e pertanto assisteremo a maltempo diffuso su gran parte d’Italia con temporali anche molto forti sulle regioni tirreniche e al Sud. La neve a fatica raggiungerà le pianure del Nord, proprio a causa del tipo di massia d’aria che giungerà, relativamente mite alle basse quote per i motivi prima specificati. Nessun problema invece per le montagne dove la neve cadrà in abbondanza, sia sulle Alpi a quote basse e sia sugli Appennini oltre i 1000 metri. Ciò che contraddistinguerà questa ondata di maltempo dalle precedenti saranno i venti molto forti su quasi tutta Italia e soprattutto sulle regioni tirreniche con raffiche tempestose vicine ai 100 km /h.
Seconda fase, discesa via via sempre più  continentale (2-10 Febbraio) : il lobo del vortice polare tenderà a traslare verso l’Europa centro-orientale dove, grazie anche al contributo gelido fornito dalle alte latitudini, si continentalizzerà, ovvero col passare dei giorni tenderà a raffreddarsi sempre più. Questo è possibile grazie alla presenza della terraferma (l’Europa orientale) che a differenza del mite Oceano Atlantico impedisce il riscaldamento delle masse d’aria e, anzi, le raffredda ulteriormente. Questa imponente perturbazione che stazionerà sull’Europa centro-orientale coinvolgerà anche la nostra Penisola dove quindi dovremo aspettarci ancora forte maltempo e – questa è la novità – un calo progressivo della quota neve soprattutto sul Centro-Nord.
La perturbazione gelida e con caratteristiche pienamente continentali potrebbe successivamente scivolare nel cuore del Mediterraneo apportando nevicate diffuse sin sulle coste e sulle pianure soprattutto del versante adriatico, ma quest’ultimo passaggio richiede ancora molte conferme data la distanza temporale ancora eccessiva.
Insomma, l’Inverno si prepara a fare sul serio!

GUARDA IL TEMPO DELLA TUA CITTà, E CONSULTA LE ULTIME NOTIZIE, CLICCA QUI


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: freddo intenso e nevicate al centro-sud domani

Maltempo in Puglia : temporali nevosi nel barese. Forte gragnola su Bari, imbiancata!

Catastrofe in Cile: enorme frana travolge un paese, morti e dispersi

Meteo a 15 giorni: dopo Natale probabili nuove fasi perturbate su mezza Italia
AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti