Marzo: Alta pressione o instabilità? Prima decade di Marzo in bilico tra instabilità e bel tempo

Marzo: Alta pressione o instabilità? Prima decade di Marzo in bilico tra instabilità e bel tempo

Marzo: Alta pressione o instabilità. Febbraio chiuderà con un tempo complessivamente invernale non eccessivamente freddo ma comunque instabile ed a tratti perturbato in modo particolare al Centro-Sud e sulle Isole. Come esordirà invece Marzo e la Primavera Meteorologica?

Dopo il vortice accompagnato da aria polare moderatamente fredda che investirà l’Italia tra il 24 ed il 26 Febbraio, il mese si concluderà con un tempo ancora instabile al Centro-Sud, sebbene il meteo inizierà a migliorare a partire da Venerdì 27 Febbraio. Nel corso del week end poi il tempo dovrebbe tendere a migliorare con più decisione anche al Centro-Sud.  Per quel che riguarda l’esordio del nuovo mese, il destino meteorologico della Nostra Penisola sarà deciso dalla posizione più o meno settentrionale dell’Alta pressione delle Azzorre.

Secondo il modello GFS l’anticiclone delle Azzorre tenderebbe ad espandersi dapprima verso le Isole Britanniche e successivamente in direzione della Scandinavia. Contemporaneamente il Mediterraneo Centrale resterebbe influenzato dalla presenza di una lacuna barica che tarderebbe ad assorbirsi. Anzi la posizione troppo settentrionale della figura stabilizzante consentirebbe l’afflusso di correnti fredde da Est, le quali alimenterebbero ulteriormente l’instabilità con particolare riferimento al Centro-Sud ed ai versanti orientali dove non mancherebbero occasioni per ulteriori precipitazioni, nevose sui rilievi a quote medio-basse. Tra l’altro nel corso della prima decade di Marzo la circolazione instabile presente sul Mediterraneo Centrale potrebbe ricevere ulteriore linfa vitale da contributi perturbati atlantici in scorrimento a Sud dell’anticiclone con conseguente reiterazione dell’instabilità su gran parte della Penisola. Sul finire della prima decade tra il 7 ed il 9 Marzo potrebbe inoltre verificarsi un’ irruzione artica continentale molto fredda con temperature in netto calo ovunque e maltempo accompagnato da nevicate a bassa quota su versante adriatico e Meridione.

Diversa invece la visione ECMWF che, passate le fasi perturbate Nord Atlantiche attese in quest’ultima settimana di Febbraio, vede il tempo migliorare in modo deciso su tutto il Paese, stante una decisa espansione dell’anticiclone azzorriano in direzione del Mediterraneo Centro-Occidentale. La causa sarebbe individuabile in un rafforzamento dell’attività ciclonica tra Islanda e Scandinavia con conseguente espansione dell’alta delle Azzorre verso l’Italia secondo uno schema a NAO positiva. Ne deriverebbe un generale miglioramento accompagnato da temperature in progressivo rialzo, che di fatto segnerebbero l’inizio di condizioni meteo progressivamente più primaverili.

Febbraio volge al termine e a prescindere da quale delle strade la natura seguirà, l’Inverno si avvierà alla sua conclusione, ma questo non significa che non possano ancora verificarsi tardive ondate di freddo. Anche se prevalesse l’ipotesi più mite del modello europeo ricadute invernali potrebbero verificarsi durante tutto il mese di Marzo (e talvolta anche in Aprile). I prossimi aggiornamenti modellistici chiariranno se a prevalere sarà l’alta pressione o se l’instabilità proseguirà.

Marzo: Alta pressione o instabilità? Prima decade di Marzo in bilico tra instabilità e bel tempo

Marzo: Alta pressione o instabilità? Possibile espansione dell’anticiclone delle Azzorre verso l’Italia. Fonte: Meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 17 Dicembre 2017 (ultimi terremoti, orario)
  • Meteo : freddo in netta intensificazione da oggi. Maltempo e nevicate in arrivo dai Balcani
  • Eruzione dello Stromboli sempre più forte: lava e lapilli in mare
  • L’Italia tra riprese anticicloniche e venti freddi settentrionali: in sintesi il tempo sino a fine anno

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti