Salute / AIDS: scoperta la “tana” del virus HIV

Ne avrete sentito parlare probabilmente in tv: una grande scoperta è stata fatta nell’ambito della lotta contro una malattia che è fra le più gravi del pianeta, ovvero l’AIDS. E’ stato finalmente scoperto il “nascondiglio” del virus HIV, usato per rendersi invisibile ai farmaci che dovrebbero ucciderlo. A raggiungere questo traguardo è stato un gruppo di ricercatori dell’International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (Icgeb) di Trieste, uno dei centri di massima eccellenza in Italia che attira molti cervelli stranieri. Il lavoro è stato svolto in collaborazione con alcuni ricercatori dell’Università di Modena e del Genothon di Parigi.

La scoperta, pubblicata sul sito della rivista Nature, risponderebbe definitivamente a uno dei principali ostacoli alla lotta all’Aids: il virus dell’Hiv, che causa la malattia, è in grado di inserire il proprio DNA in quello delle cellule che infetta diventando così parte del loro patrimonio genetico. Ma la ragione per cui il virus scelga soltanto alcuni dei 20mila geni umani per integrarsi e, soprattutto, come riesca all’interno di questi geni a nascondersi ai farmaci, era rimasto finora un enigma. Enigma, questo, svelato ora dalla prima fotografia della struttura del nucleo dei linfociti.

I ricercatori hanno infatti scoperto che il virus si rintana nella membrana esterna che delimita il nucleo, in corrispondenza delle strutture dei cosiddetti pori nucleari, le porte attraverso le quali ha avuto accesso all’interno della principale cabina di regia della cellula. Il virus, in pratica, entra attraverso i pori e poi non lo si trova più, scompare perché si va a integrare nei cromosomi della cellula che infetta. Questa scoperta e relative maggiori conoscenze favoriranno la creazione di medicinali più mirati per sconfiggere l’AIDS.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Monsone in Sri Lanka: almeno 9 vittime per le inondazioni

Maltempo sull’Italia, forti temporali sulle adriatiche : due trombe marine in Veneto!

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, ancora molto instabile

MODELLO EUROPEO: prove generali d’estate, tuttavia…
PREVISIONI METEO: ritorna il tormentone dell’alta pressione africana?

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti