Nevicate record in Abruzzo: tunnel nella neve per uscire di casa. Le incredibili foto.

Vi abbiamo ampiamente parlato di nevicate eccezionali che negli ultimi giorni hanno colpito Abruzzo e Molise. Vi mostriamo ora delle immagini che provengono dal teramano, una delle zone in assoluto più colpite. In particolare vi mostriamo foto da Valle Castellana, dove la neve ha raggiunto livelli impressionanti. Oltre il metro e mezzo a soli 600 metri circa di altitudine, questo fra Giovedì e Venerdì, in poco meno di 24 ore. La gente del posto è stata costretta a scavare dei tunnel per poter camminare per la tantissima neve caduta.

Le foto sono gentilmente offerte da Domenico Marinelli

A fine articolo un estratto di un racconto inviatoci da Domenico Marinelli

VIDEO

Marzo 2015 entrerà nella storia degli inverni più nevosi del centro Italia, soprattutto in
Abruzzo a Valle Castellana, un piccolo comune di 1100 abitanti. A partire dalla mattinata di giovedì 5 marzo,
per circa 24 ore consecutive ha nevicato insistentemente facendo registrare un accumulo totale di 1 metro
e mezzo. Sono iniziati subito i disagi, alle 11 del mattino è saltata l’energia elettrica in tutto il comprensorio
della Laga, lasciando l’intera cittadinanza al buio. I mezzi spazzaneve, pur lavorando insistentemente notte
e giorno, non riuscivano a garantire l’apertura delle strade a causa della copiosità delle precipitazioni, infatti
subito dopo l’apertura delle strade, l’accumulo nevoso immediato isolava di nuovo gli accessi. Nel
pomeriggio dello stesso giorno, sono saltati anche i collegamenti telefonici, sia mobili che fissi isolando
completamente questi paesi. La neve ha continuato a cadere incessantemente, gli alberi spezzati hanno
impedito ulteriormente il transito sulle poche strade agibili, infatti, molte persone, spaventate da questa
situazione sempre più drammatica, hanno deciso di barricarsi in casa vicino al fuoco del camino. Col calare
della sera, l’oscurità ha avvolto completamente Valle Castellana, in balia di una violenta tempesta di neve e
vento. Alcune persone hanno segnalato la presenza di animali selvatici in cerca di cibo vicino alle abitazioni.
L’indomani mattina, venerdì 6 marzo 2015, quei pochi abitanti che avevano un gruppo elettrogeno, hanno
preso d’assalto l’unico distributore di benzina di Valle Castellana per potersi garantire un minimo di energia
elettrica per scaldarsi e lavarsi. La tormenta continuava senza sosta, il responsabile di zona per lo sgombero
neve il sig. Rosildo Ferri, ha lavorato ininterrottamente per 36 ore garantendo l’apertura delle vie di accesso
ai pesi isolati, fortunatamente da anni opera sul territorio montano e le persone del posto oramai lo
considerano fondamentale soprattutto nei periodi di emergenza.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 16 Dicembre 2017 (ultimi terremoti, orario)

Terremoto in Indonesia : oltre cento case distrutte. Morti e feriti a Giava

Previsioni meteo : oggi col maltempo al centro-sud, affluisce l’aria fredda artica!

AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni
SABATO instabile con rovesci al centro e al sud, più freddo a partire dal nord

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti