Forte esplosione sul Sole: domani alto rischio di disturbi alle linee elettriche e di telecomunicazione

Un’espulsione di massa coronale (forte brillamento) si è verificata sulla superficie solare nella seconda parte di ieri, 11 Marzo 2015, risultando la più intensa dall’inizio dell’anno. Tale CME potrebbe raggiungere nella giornata di domani l’atmosfera terrestre e comportare disturbi radio anche significativi. Venerdì 13 potrebbe essere anche un giorno importante per gli osservatori del cielo, data l’alta probabilità della comparsa di aurore boreali. I meteorologi NOAA stimano una probabilità del 60% di una tempesta elettromagnetica di classe G1 entro domani (ripercusioni sulle linee elettriche e di telecomunicazione).

L’espulsione di massa coronale, denominata FLARE in inglese, è stata di intensità X2. I brillamenti solari sono classificati in cinque classi di potenza a seconda della loro luminosità nei raggi X, misurata a Terra in Watt/m2 e nella banda tra 0,1 e 0,8 nm. In ordine crescente di potenza sono A, B, C, M e X. Ogni classe è dieci volte più potente di quella precedente, con la più potente X pari a un flusso di 10−4 W/m2, ed è ulteriormente suddivisa linearmente in 9 classi, numerate da 1 a 9. Per esempio un brillamento M5 è la metà di un brillamento M10, cioè X1, a sua volta la metà di un brillamento X2.

VIDEO FLARE X2


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: domani freddo intenso e nevicate fino a bassa quota, ecco dove

Meteo Puglia : irrompe l’aria artica, da domani gran freddo e neve a bassa quota!!

Molise : tre scosse di terremoto avvertite a nord di Isernia – insiste la sequenza sismica

News della sera: FREDDO almeno sino a mercoledì 20 dicembre, poi…
Stratosfera in marcia verso un evento di forte raffreddamento: quali conseguenze sulla circolazione?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti