Enormi macchie nere sul Sole: sono buchi coronali

La notizia è reale ed arriva direttamente dalla NASA, fonte la cui attendibilità non è da mettere in discussione. Stiamo parlando della comparsa di due grosse macchie nere sulla superficie della nostra grande stella che regola il sistema solare. Notizia riportata a corredo di una foto scattata dai telescopi NASA, che vi mostriamo.

Il Solar Dynamics Observatory (SDO) della NASA ha catturato questa immagine solare il 16 marzo scorso, che mostra chiaramente due macchie scure, note come “buchi coronali“. Il più grande dei due si trova vicino al polo sud e si estende su una porzione di superficie di circa il 6-8%. Anche se può non sembrare significativo, è uno dei più estesi mai osservati dagli scienziati in decenni. Il buco coronale più piccolo, che si trova in direzione del polo opposto, è lungo e stretto. Si estende per circa 3.8 miliardi di chilometri quadrati di superficie solare, circa lo 0.16% del totale.

La notizia è stata distorta e ingigantita, annunciando addirittura possibili catastrofi e un Sole destinato a spegnersi con conseguenze terribili naturalmente anche per il nostro Pianeta. Nulla di tutto ciò: quello che vediamo in questa foto è la presenza di buchi coronali sul Sole.

I buchi coronali sono regioni zone con densità e temperatura inferiori rispetto all’atmosfera esterna del sole, la corona, e possono provocare eruzioni solari che raggiungono il nostro pianeta, come già accaduto nelle settimane scorse.

Una delle possibili conseguenze è di fatti la espulsione di massa coronale (CME), un fenomeno che “spara” nello spazio miliardi di tonnellate di particelle, che possono raggiungere la Terra in pochi giorni. Con conseguenze anche dannose per i sistemi elettrici e di telecomunicazione. Oltre alla comparsa di aurore boreali meravigliose.

Nulla di eclatante e insolito quindi. Il sole viene monitorato costantemente e attentamente dall’Ente Aerospaziale americano. Buchi coronali di tali proporzioni sono rari ma non devono far gridare a qualcosa di spaventosamente anomalo.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Andare al mare rinnova la mente : lo dice la scienza

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 26 Maggio 2018 (ultimi terremoti, orario)

Meteo Italia : si rinforza il caldo anticiclone sub-tropicale, locali temporali oggi e domani

Modello europeo: il tempo sino ai primi di giugno
News del sabato: mordi e fuggi dell’anticiclone africano sull’Italia

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti