Inquinamento: stilata la classifica europea, ci sono anche città italiane

Con la crescente industrializzazione, con l’aumento delle automobili e in seguito a svariati altri fattori legati al progresso, l’atmosfera è via via diventata sempre più inquinata nel continente europeo. Oggi molte città devono fare i conti con aria inquinata e livelli di smog davvero pessimi. Un tentativo di sensibilizzare opinione pubblica, governi e gente comune sul grande problema dell’inquinamento arriva dai membri della ONG Bund – Friends of Earth Germany, che hanno redatto, con la collaborazione delle 140 organizzazioni dello European Environmental Bureau (EEB), un rapporto intitolato “Sootfree Cities” (Città libere dallo smog).

Dal rapporto è emersa una classifica delle principali città europee in base all’inquinamento, che in queste ore è riportata da molte testate giornalistiche. Per l’Italia non vi sono buone notizie, dal momento che ben due città sono nella “Top 23”. Ecco i criteri adottati per la classifica e le città europee più inquinate. Ai primi posti le città meno inquinate, scendendo via via le più inquinate.

  • Successo nella riduzione delle emissioni;
  • Zone a basse emissioni e divieto ai grandi emettitori;
  • Appalti per i mezzi pubblici;
  • Emissioni dalle macchine mobili non stradali;
  • Incentivi economici;
  • Gestione della mobilità;
  • Promozione del trasporto pubblico;
  • Promozione della viabilità sostenibile;
  • Trasparenza e comunicazione politica.

CLASSIFICA

  1. Zurigo;
  2. Copenhagen;
  3. Vienna;
  4. Stoccolma;
  5. Berlino;
  6. Helsinki;
  7. Londra;
  8. Parigi;
  9. Stoccarda;
  10. Amsterdam;
  11. Graz;
  12. Dusseldorf;
  13. Lione;
  14. Bruxelles;
  15. Barcellona;
  16. Milano;
  17. Praga;
  18. Dublino;
  19. Glasgow;
  20. Madrid;
  21. Roma;
  22. Lisbona;
  23. Lussemburgo.

E’ Zurigo la città europea ad aver messo in campo le migliori pratiche contro l’inquinamento. In Italia la peggiore è la Capitale, al 18/o posto, in fondo alla lista insieme a Dublino, Glasgow, Madrid, subito prima, fortunatamente di Lisbona e Lussemburgo, le pecore nere della lista. Milano è sotto la sufficienza, al 14/o posto insieme a Barcellona e Praga. Mentre le città più virtuose sono Zurigo, Copenaghen e Vienna. Milano è la città dove la qualità dell’aria si fa davvero irrespirabile. Anche se, negli ultimi dieci anni, è riuscita ad adottare misure a favore dell’uso dei mezzi pubblici, di piste ciclabili; ma – affermano gli ambientalisti – non è abbastanza, anzi non è sufficiente. Nessuna città è arrivata al grado A, che prevede di aver ottenuto almeno il 90% del massimo dei punti assegnabili, mentre 6 città non raggiungono nemmeno un F.

La conclusione? Sicuramente le nostre città dovrebbero fare davvero di più per la salute del cittadino, con interventi consapevoli e finalizzati alla reale diminuzione dell’inquinamento atmosferico.

 


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


IRAN | Nuova forte scossa di terremoto vicino a molti centri abitati – dati USGS

Terremoto Sicilia : scossa moderata nel messinese ben avvertita – dati INGV

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Mercoledì 13 Dicembre

Ultimissime: rinforzo anticiclonico, ma l’Italia ancora coinvolta da fredde correnti settentrionali
Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti