Meteo Luglio: caldo ad oltranza?

Meteo Luglio: caldo ad oltranza?  Anticiclone africano più in forma che mai rischio gran caldo anche nella seconda metà del mese

Meteo Luglio: caldo ad oltranza?  Il rischio c’ è inutile negarlo. L’effimera attenuazione del caldo che ha interessato parte del Paese, segnatamente il Nord-Est ed il settore adriatico centro-settentrionale, volge già al termine. L’alta pressione Nord Africana sta infatti nuovamente rafforzandosi sul Mediterraneo Occidentale e la massa d’aria rovente tra Marocco, Algeria e Spagna preme per espandersi nuovamente a gran parte dell’Europa Meridionale, coinvolgendo pienamente il Nostro Paese. La prossima settimana sarà all’insegna del gran caldo da Nord a Sud con l’isoterma +20°C ad 850 hPa che si posizionerà su quasi tutta l’Italia. Ciò significherà avere picchi al suolo maggiori di 35 °C in particolar modo su Sardegna, Pianura Padana, aree interne e settori tirrenici. Ad esaltare la sensazione di caldo ci sarà anche il tasso di umidità atteso in crescita, con conseguente disagio da afa diffuso.

Il caldo si farà sentire anche di notte con le minime che si attesteranno sopra ai 20°C ed in qualche caso saranno maggiori anche della soglia dei 25°C.  L’afa ed il gran caldo saranno gli assoluti protagonisti su tutte le Regioni ed anche le brezze verranno inibite a causa degli alti geopotenziali anticiclonici ed in conseguenza del riscaldamento progressivo della superficie marina. Gli unici disturbi saranno i temporali pomeridiani i quali però risulteranno circoscritti alle Alpi e localmente all’Appennino durante il pomeriggio e le prime ore della serata. Va anche ricordato che in molte aree del Paese il caldo e l’afa si stanno accompagnando ad una situazione di deficit precipitativo che unitamente agli elevati tassi di evaporazione indotti dalle elevate temperature inizia a creare una situazione di siccità. Sardegna, Nord, Regioni Tirreniche e anche in parte alcune aree del Sud stanno iniziando a risentire di questa lunga stasi anticiclonica.

La domanda è quindi quando cambierà il tempo?  Nel corso dei prossimi giorni il caldo insisterà e grazie all’affondo di una saccatura Atlantica in direzione delle Azzorre, per contro l’alta pressione africana verrà rafforzata ancora di più con il termometro che tra Giovedì e Domenica potrebbe avvicinarsi alla soglia dei 40°C . Una qualche possibilità di cambiamento potrebbe profilarsi nell’ultima settimana di Luglio con un cedimento più deciso della pressione tra il 23 ed il 25 del mese, con temporali diffusi ed un consistente calo termico. Tuttavia tale tendenza che viene vista alternativamente dal modello GFS nel lunghissimo termine viene spesso ridimensionata all’avvicinarsi della scadenza previsionale e poi riproposta procrastinata più avanti.

Insomma l’alta pressione Nord Africana che nel 2013 e nel 2014 durante l’Estate aveva lasciato maggiore spazio all’alta delle Azzorre o alle perturbazioni atlantiche appare in gran forma quest’ anno. Lo scenario più probabile sarà quello quindi di un lungo periodo molto caldo e stabile fino ad almeno il 23-24 Luglio. Successivamente potrebbe intervenire una fisiologica flessione del caldo e delle condizioni anticicloniche, ma entità e tempistica si definiranno meglio nei prossimi giorni. Vi terremo aggiornati.

Meteo Luglio: caldo ad oltranza?

Meteo Luglio: caldo ad oltranza? Prosegue il caldo con alta pressione ben presente anche nella seconda metà del mese. Fonte: Meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Eruzione dello Stromboli sempre più forte: lava e lapilli in mare
  • Meteo Protezione Civile domani: freddo sempre più intenso, previste anche nevicate
  • Maltempo: neve tonda nel Chianti, strade e campi si vestono di bianco
  • AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni
    Instabilità su molte regioni almeno sino alla Vigilia di Natale, spesso anche FREDDO

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti