Enorme MCC sta attraversando il Nord-Est dopo aver colpito Firenze e la Toscana (mappe)

Maltempo/ Vi abbiamo parlato nelle ultime ore di una violentissima tempesta di pioggia, grandine e vento che si è abbattuta su Firenze e gran parte della Toscana arrecando danni davvero eccezionali (guarda FOTO e VIDEO). Di cosa si è trattato?

Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato dell’arrivo di una vera e propria perturbazione organizzata sulle regioni centro-settentrionali, determinato dall’ingresso nel Mediterraneo di un cavo d’onda atlantico con moto sud-ovest/nord-est, quindi proveniente dal Golfo di Leone, una delle traiettorie più pericolose per quel che riguarda la nostra penisola.
Episodi di questo genere sono frequenti in Autunno e ovviamente averlo nel cuore dell’Estate può risultare ancora più violento data l’enorme energia in gioco nei medio-bassi strati dopo diverse settimane di intenso caldo africano.

La violenta convergenza fra i venti più freschi provenienti dai quadranti settentrionali al suolo e quelli più caldi ed instabili alle medio-alte quote provenienti dai quadranti meridionali ha scaturito la nascita di un esteso MCC (Mesoscale Convective Complex) sulla Toscana. Si tratta di sistema convettivo a mesoscala, un vero e proprio ammasso temporalesco formato dall’unione di più MCS (Mesoscale Convective System) o da un unico grande MCS. Un MCS è un sistema convettivo lineare a mesoscala formato da numerosi nuclei temporaleschi ravvicinati e uniti fra loro che danno vita ad un unico immenso temporale. Un MCC spesso mostra una forma ovale o tondeggiante se visto dal satellite.

Mappe del devastante MCC che ha colpito la Toscana

[nggallery id=153]

Gli effetti che provoca sono fra i più pericolosi e devastanti : date le loro dimensioni enormi possono colpire contemporaneamente estese zone in maniera violenta, anche tratti superiori ai 100 km durando anche molte ore grazie al loro potere auto-rigenerante. Possono scaricare enormi quantità di pioggia, spesso provocando anche alluvioni, grandine e venti di downburst tempestosi con raffiche superiori ai 100 km/h (proprio come avvenuto a Firenze). Anche se più raramente possono formarsi anche trombe d’aria.
Ora il vasto sistema temporalesco si sta muovendo verso nord-est dove si sta abbattendo fra Emilia Romagna e Veneto. Nel corso delle prossime ore le piogge intense, i venti forti e le grandinate potranno raggiungere anche il Friuli Venezia Giulia ..pg


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Eruzione dello Stromboli sempre più forte: lava e lapilli in mare

Meteo Protezione Civile domani: freddo sempre più intenso, previste anche nevicate

Maltempo: neve tonda nel Chianti, strade e campi si vestono di bianco

Modello europeo: freddo sull’Italia ancora per alcuni giorni, poi l’anticiclone?
NEWS DEL SABATO: rinforzo dell’alta pressione sotto Natale, ma prima….

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti