Clima: dal CNR arrivano dati impressionanti sulla desertificazione in Italia

Clima / Nuovi dati impressionanti e sconcertanti arrivano dal centro nazionale delle ricerche che prevedono un aumento delle temperature superficiali importanti nel corso di questo secolo: si potrebbe arrivare addirittura ad una desertificazione di gran parte del territorio nazionale.

“Le aree siccitose coprono oltre il 41% della superficie terrestre e vi vivono circa 2 miliardi di persone. Il 72% delle terre aride ricadono in paesi in via di sviluppo, la correlazione povertà-aridità è dunque chiara. Se si guarda all’Italia, gli ultimi rapporti ci dicono che è a rischio desertificazione quasi 21% del territorio nazionale, il 41% del quale si trova nel sud”, racconta Mauro Centritto, direttore dell’Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Consiglio nazionale delle ricerche. Le aree maggiormente a rischio di desertificazione e di siccità sono la Sicilia, Puglia, Molise e Basilicata a causa dell’aumento delle temperature dai 4°C ai 6°C del bacino del Mediterraneo che provocherà una riduzione delle precipitazioni soprattutto in estate.

“Ad essere colpiti dalla siccità sono i paesi del bacino Mediterraneo, tra i più fragili dal punto di vista ambientale e antropico. Molte persone che arrivano da noi non fuggono dalla guerra, ma da aree rese invivibili dalla desertificazione. E il loro numero è destinato a crescere esponenzialmente nel prossimo futuro” conclude il direttore.


Articolo a cura di Alessio Colella

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti