Gli strumenti utilizzati per le osservazioni sinottiche: lo psicrometro

Strumenti utilizzati per le osservazioni sinottiche / Le osservazioni sinottiche sono effettuate all’interno di una capannina meteorologica con l’apertura verso Nord per non influenzare la lettura dai raggi solari e posta a 2 metri di altezza su un manto erboso, per ridurre gli effetti di attrito. Durante queste osservazioni si misurano la temperatura, la temperatura di rugiada,l’umidità, la pressione, l’intensità e la direzione del vento attraverso diversi strumenti: oggi parliamo dello psicrometro.

Lo psicrometro è utilizzato per misurare l’umidità dell’aria attraverso due termometri: uno a sinistra con il bulbo asciutto e uno a destra a bulbo bagnato. Quello a bulbo asciutto è un classico termometro che rileva la temperatura dell’aria, quello a bulbo bagnato è chiamato così perché è avvolto da una garza bagnata; la temperatura di quest’ultimo è minore o al massimo uguale della temperatura dell’aria perché l’acqua all’interno della garza evapora rilasciando calore latente.

L’evaporazione avviene attraverso una ventolina che forza tale processo; è inversamente proporzionale al vapore acqueo presente nell’aria e la differenza tra le due temperature misurate ci identifica l’umidità relativa presente nell’aria: minore è la differenza, maggiore sarà l’umidità.

Ecco i due termometri a bulbo secco e bagnato che misurano le due temperature. Fonte: www.importudela.com


Articolo a cura di Alessio Colella

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti