Maltempo Sardegna : MCS si abbatte sull’isola. Venti tempestosi e nubifragi provocano danni

Come ampiamente previsto la Sardegna è stata la prima regione a subire gli effetti della violenta perturbazione provieniente dall’Atlantico.

Un MCS (sistema temporalesco a mesoscala) ha colpito in pieno la Sardegna provocando diffusi nubifragi, grandinate e soprattutto venti di downburst fortissimi con raffiche superiori ai 100 km/h.
Tetti scoperchiati, tratti della linea ferroviaria interrotti, case allagate e auto danneggiate : questi sono i principali danni provocati dal passaggio dell’enorme sistema temporalesco che abbiamo ben osservato dal satellite oggi pomeriggio in questo articolo.

Il tratto ferroviario tra San Gavino e Pabillonis è interrotto a causa di tronchi caduti sulle rotaie così come la tratta San Gavino-Sardara. Sempre a Sardara è crollato il muro di una casa senza creare danni alle persone.
A Morimenta, frazione di Mogoro, sono crollati i tetti di alcune aziende agricole e un albero ha divelto le sbarre di un passaggio a livello creando pericoli per gli automobilisti che hanno continuato ad attraversarlo sino a quando non sono intervenute le forze dell’ordine.Anche più giù, a Mandas, la linea ferroviaria è stata interrotta da alberi e balle di fieno finiti sui binari e, come è accaduto nell’Oristanese, sono state divelte le sbarre di un passaggio a livello.
A Sanluri, Barumini, Gergei, Lasplassas, Pabillonis e Piscinas ma anche in altri comuni pioggia, grandine e vento hanno danneggiato decine di abitazioni, molte delle quali si sono allagate. Alcune auto sono state schiacciate dagli alberi sradicati dal forte vento. (fonte informazioni www.unionesarda.it)

Ora il sistema temporalesco è situato nel cuore del mar Tirreno muovendosi in direzione delle coste tirreniche centrali fra Toscana meridionale e Campania settentrionale. Fra la tarda serata odierna e la mattinata di sabato l’instabilità aumenterà ulteriormente su tutto il Centro Italia a causa dell’elevata divergenza delle masse d’aria alle elevatissime quote che innescherà, di conseguenza, un vero e proprio risucchio di aria calda dai bassi strati. Ciò comporterà la formazione di ulteriori temporali stazionari e probabilmente auto-rigeneranti che persisteranno per diverse ore sulla terraferma. Sarà il Lazio la regione più colpita dal maltempo che potrebbe persistere sino alla tarda mattinata di sabato arrecando pesanti disagi soprattutto fra le province di Rieti, Viterbo e Roma.
(LEGGI QUI L’IMPORTANTE ALLERTA METEO >>>)

MCS nel mar Tirreno dopo aver attraversato la Sardegna. Si muove verso le regioni del Centro Italia.


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: forte maltempo domani, temporali e vento forte

Tempesta di vento in Svizzera: uccisa dalla caduta di un albero una donna

Dissesto idrogeologico: sempre più fragile il territorio della Bergamasca

Ultimissime della sera: nuova ondata di FREDDO pronta a colpire la nostra penisola, poi…
Prima la pioggia, poi un CALO TERMICO in attesa di un Natale ancora INCERTO

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti