Allerta Meteo : violento temporale in arrivo sulla Campania. Rischio nubifragi a Caserta e Napoli?

Allerta Meteo/ Le correnti instabili atlantiche stanno fortemente interessando le regioni centrali dal pomeriggio di venerdì, concentrandosi in maniera significativa sulla Sardegna, basso Lazio, Abruzzo e Molise.

L’intera struttura di maltempo si è sviluppata alcuni chilometri più a sud del previsto e pertanto i settori settentrionali del Lazio (da Roma verso nord), la Toscana meridionale e l’Umbria non sono state interessate dai fenomeni violenti.
Al momento i fenomeni più intensi andranno ad interessare il basso Lazio e la Campania dove si attendono ore decisamente tempestose : un violento temporale autorigenerante si è sviluppato nel mar Tirreno a pochi chilometri dalla costa casertana e ha raggiunto dimensioni enormi oltre che intensità davvero eccezionale (come si può anche notare dal radar della protezione civile).

Questo temporale molto violento raggiungerà nei prossimi minuti i settori meridionali delle province di Latina e Frosinone, per poi concentrarsi totalmente sulla Campania centro-settentrionale, in particolare sui settori costieri di casertano e napoletano. Anche Napoli città potrebbe assistere a piogge forti, a carattere di nubifragio, forti colpi di vento e anche qualche grandinata.
I fenomeni potrebbero persistere anche per oltre due ore, per poi estendersi anche alle aree interne della Campania, al Molise e alla Puglia settentrionale, in particolare su Subappennino Dauno, barlettano e foggiano.

Scatto del radar della protezione civile. Eloquente il vasto nucleo a fondoscala del temporale che si accinge a toccare le coste campane fra Caserta e Napoli. Rischio fenomeni estremi


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie Leggi tutte


IRAN | Nuova forte scossa di terremoto vicino a molti centri abitati – dati USGS

Terremoto Sicilia : scossa moderata nel messinese ben avvertita – dati INGV

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Mercoledì 13 Dicembre

Ultimissime: rinforzo anticiclonico, ma l’Italia ancora coinvolta da fredde correnti settentrionali
Un po’ di alta pressione all’inizio della terza decade ma non per tutti

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti