Eclissi lunare con Superluna: l’evento nella notte del 28 Settembre 2015

Ci siamo, manca ormai pochissimo al grande evento astronomico dell’ eclissi di Superluna. Fra poche ore, il nostro satellite si eclisserà dando vita ad uno spettacolo estremamente affascinante, che si potrà gustare (nubi permettendo) da tutta l’Italia.

L’eclissi di Superluna consisterà nell’oscuramento totale del nostro satellite in concomitanza con la minima distanza dalla Terra, ovvero un’eclissi nel momento di perigeo (ciò che volgarmente viene definito Superluna). È questa coincidenza fra eclissi e superluna a rendere speciale l’evento astronomico imminente. La concomitanza di questi fattori non accadeva infatti da più di 30 anni: l’ultima volta è avvenuta nel 1984 e ce ne sono state appena cinque nell’ultimo secolo. La prossima sarà fra 18 anni, nel 2033.

La Terra si andrà a posizionare fra il Sole e la Luna oscurando di fatti la superficie lunare. I tre corpi saranno perfettamente allineati nel corso della notte. La Luna, dal nostro punto di osservazione, entrerà nella penombra alle 2:11 della notte, il massimo dell’eclissi è previsto dalle 4:11 alle 5.23 (ombra totale), con la Luna piuttosto bassa all’orizzonte che cambierà colore, l’evento si concluderà infine alle 7:22 del mattino. Si tratterà di un’eclissi molto lunga.

La luna, in fase di eclissi, assumerà un colore tendente al rosso poichè la Terra farà da barriera alle radiazioni solari. La terra, frapponendosi fra il Sole e il suo satellite, impedisce ad alcune frequenze di raggi solari di attraversare l’atmosfera terrestre, “lasciando passare” solo quelle più basse, corrispondenti alla colorazione rossa. Per osservare l’eclissi lunare non è necessario alcuno strumento particolare come neppure alcuna precauzione, a differenza dell’eclissi solare. Basterà semplicemente alzare lo sguardo verso il cielo, direzionandolo ad Ovest.

Previsioni meteo per l’eclissi >>

Fasi e condizioni di visibilità dell’Eclisse Totale di Luna in Italia. Sono indicati gli istanti (TMEC) dell’inizio delle diverse fasi e, per ognuna delle cinque città, le relative altezze della Luna sull’orizzonte astronomico e gli azimut (fonte coelum.com)

 


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Alluvione nel parmense: drammatico il video dei vigili del fuoco su Calorno

Disperso tra neve ex sindaco di Vogogna: era andato a sciare nel Canton Vallese

Maltempo in Toscana: esondato fiume Serchio a Borgo Mozzano (Lucca)

La NEVICATA a Londra del 10 dicembre 2017 (FOTO IMPERDIBILI)

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti