Allerta Protezione Civile: molte criticità nella giornata di domani, 29 Ottobre

La perturbazione giunta sull’Italia centro-settentrionale muoverà verso Sud nelle prossime ore e nel corso di domani apporterà forte maltempo, quindi, sulle regioni meridionali, con piogge e manifestazioni temporalesche in grado di arrecare danni e disagi. In mattinata, inoltre, il maltempo insisterà forte al Nord Italia, precisamente sulle regioni del Nord-Est. Vediamo l’allerta meteo emanata dalla Protezione Civile:

Previsioni meteo 29 Ottobre 2015

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, specie nella prima parte della giornata, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lombardia centro-orientale, Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia centro-meridionale, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati;
– da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, localmente di forte intensità, su Lazio meridionale, Campania e Sicilia, in estensione sul resto del Sud, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del Paese, con quantitativi cumulati da deboli a moderati, specie su Emilia-Romagna e regioni centrali peninsulari.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: localmente forti occidentali sulla Sardegna e sulle aree tirreniche centrali; tendenti a localmente forti nord-occidentali sulla Sicilia occidentale, sud-orientali sulla Puglia, nord-orientali sui settori costieri del nord-est.
Mari: molto mossi il Mare ed il Canale di Sardegna; localmente molto mossi il Tirreno centrale e lo Stretto di Sicilia.

Ecco l’elenco delle criticità previste per domani. Criticità arancione (moderata) praticamente per l’intero Sud Italia, e ancora la Toscana.

PER LA GIORNATA DI DOMANI, GIOVEDÌ 29 OTTOBRE 2015:
MODERATA CRITICITA‘ PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU:
TOSCANA: Bisenzio e Ombrone Pt, Etruria, Etruria-Costa Nord, Etruria-Costa Sud;

MODERATA CRITICITA‘ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU:
BASILICATA: Bacino dell’Ofanto, Bacini Agri-Sinni, Bacini Basento-Bradano;
CALABRIA: Ver. Ionico Set. Calabrese, Ver. Tirrenico Set. Calabrese, Ver. Ionico Cen. Calabrese, Ver. Ionico Mer. Calabrese, Ver. Tirrenico Mer. Calabrese, Ver. Tirrenico Cen. Calabrese;
CAMPANIA: Tusciano, Alto Sele, Piana del Sele, Alto Cilento, Penisola Sorrentino – Amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini, Piana Campana, Napoli e Isole, Area Vesuviana, Basso Cilento, Alta Irpinia, Sannio;
PUGLIA: Puglia Centrale Adriatica, Gargano, Salento, Basso ofanto, Subappennino Dauno, Bacini del Lato e del Lenne, Puglia Centrale Bradanica, Tavoliere, Basso Fortore;
SICILIA: Bacino del Fiume Simeto, Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Orientale versante Stretto di Sicilia, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale versante ionico, Centro-Meridionale e Isole Pelagie, Nord-Orientale versante tirrenico e isole Eolie, Centro-Settentrionale versante tirrenico, Sud-Orientale versante ionico;
TOSCANA: Serchio-Costa, Serchio-Lucca, Versilia, Valdarno Inf., Reno, Arno-Costa, Valdelsa-Valdera, Lunigiana, Isole, Serchio-Garfagnana-Lima;

ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDRAULICO DIFFUSO SU:
LOMBARDIA: Pianura Occidentale;
VENETO: Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone;

ORDINARIA CRITICITA’ PER RISCHIO IDROGEOLOGICO LOCALIZZATO SU:
ABRUZZO: Bacino Alto del Sangro, Bacino dell’Aterno, Bacino Basso del Sangro, Marsica, Bacino del Pescara, Bacini Tordino Vomano;
CAMPANIA: Tanagro, Alto Volturno, Matese;
EMILIA ROMAGNA: Bacini montani di Panaro, Secchia ed Enza, Bacini montani di Parma, Taro e Trebbia, Pianura di Parma e Piacenza, Bacino montano del Reno;
LAZIO: Aniene, Appennino di Rieti, Bacino Medio Tevere, Bacini Costieri Nord, Roma, Bacino del Liri, Bacini Costieri Sud;
LIGURIA: Bacini Liguri Marittimi di Ponente, Bacini Liguri Padani di Ponente, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro, Bacini Liguri Marittimi di Levante;
LOMBARDIA: Garda – Valcamonica, Oltrepò Pavese, Nordovest;
MOLISE: Frentani-Sannio Matese, Litoranea, Alto Volturno – Medio Sangro;
PIEMONTE: Scrivia;
TOSCANA: Ombrone Gr-Costa, Ombrone Gr-Alto, Ombrone Gr-Medio, Mugello-Val di Sieve, Valtiberina, Arno-Valdarno Sup., Valdichiana, Arno-Casentino, Fiora e Albegna, Fiora e Albegna-Costa e Giglio, Arno-Firenze, Romagna-Toscana;
UMBRIA: Medio Tevere, Trasimeno Nestore, Chiani Paglia, Chiascio Topino Marroggia, Alto Tevere, Nera Corno;
VENETO: Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Piave pedemontano, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Adige-Garda e monti Lessini

www.protezionecivile.gov.it


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Esplosione a impianto gas Baumgarten in Austria: feriti e un morto. Interrotte forniture Italia.

Sicilia : debole scossa di terremoto tra Sant’Agata di Militello, Capo d’Orlando, Torrenova – dati INGV

Spaventoso alluvione in Emilia : Lentigione sommersa dall’acqua, gente sui tetti [VIDEO]

GROSSO alla RADIO: ‘Dal fine settimana torna il freddo…’

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti