Gli strumenti utilizzati per le osservazioni sinottiche: l’eliofanografo

Strumenti utilizzati per le osservazioni sinottiche / Le osservazioni sinottiche sono effettuate all’interno di una capannina meteorologica con l’apertura verso Nord per non influenzare la lettura dai raggi solari e posta a 2 metri di altezza su un manto erboso, per ridurre gli effetti di attrito. Durante queste osservazioni si misurano la temperatura, la temperatura di rugiada,l’umidità, la pressione, l’intensità e la direzione del vento attraverso diversi strumenti: oggi parliamo dell’eliofanografo.

L’eliofanografo è lo strumento utilizzato per misurare in ore e minuti la durata totale dell’illuminazione dei raggi solari; non rappresenta altro che la durata di illuminazione del sole presente sopra l’orizzonte libero da nubi. Lo strumento è costituito da una sfera di vetro ottico sostenuta ai poli da due supporti posti all’estremità di un arco meridiano graduato che permette all’osservatore di posizionare la sfera con l’inclinazione pari alla latitudine del sito in cui si trova.

Sotto la sfera di vetro viene posta una carta speciale fotosensibile che viene bruciata dai raggi solari nel corso della giornata e grazie a tale bruciatura, o meglio alla posizione e alla lunghezza, si è in grado di risalire alla durata totale di insolazione nel corso di quella giornata.

Ecco l’eliofanografo, costituito dalla sfera di vetro che ci permette di risalire alle ore di insolazione. fonte: it.wikipedia.org


Articolo a cura di Alessio Colella

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti