Corso meteo: Snow Advance Index (SAI), ecco di cosa si tratta

Corso meteo – Snow Advance Index (SAI)/ Il ricercatore Judas Cohen nel corso dei suoi studi ha elaborato un indice che mette in relazione la velocità dell’avanzamento della copertura nevosa al di sotto del 60 N nel corso del mese di Ottobre e il valore dell’Artic Oscillation (AO) nei mesi invernali.

Il SAI è rappresentato su un grafico (sotto) dove sulle ascisse abbiamo i giorni del mese di Ottobre e sulle ordinate abbiamo l’estensione della neve.

Andamento grafico del SAI degli anni passati.

Risulta importante specificare che tale indice non misura semplicemente la quantità di neve al di sotto dei 60 N ma la velocità con la quale avviene l’avanzamento della copertura nevosa. Ciò graficamente si traduce in una maggiore o minore pendenza della retta del grafico. Una retta molto pendente rispetto all’asse delle ascisse crescenti implica un avanzamento della copertura nevosa via via crescente sotto i 60 N con rispettivi valori negativi dell’AO invernale e viceversa. Di conseguenza se i primi giorni di Ottobre risultano particolarmente nevosi avremo molto probabilmente un’AO invernate positiva, se lo risultano negli ultimi giorni dopo una prima parte scarsa o in media, molto probabilmente avremo un’AO invernale negativa.

Tuttavia negli ultimi anni tale indice non è stato particolarmente affidabile e ad ogni modo dalla correlazione si ottiene un valore medio del trimestre DJF, di conseguenza resta difficile coglierne le reali fluttuazioni dell’indice AO. Per il 2015 ancora non sono disponibili i grafici aggiornati, ma dalle osservazioni dello snow cower ci attendiamo un sai propenso ad un’AO negativa o neutra.

Ricevi le notifiche delle notizie più importanti (meteo, terremoti e altro)


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto oggi: scossa leggera ma avvertita in Romagna, nella zona di Faenza

Meteo Protezione Civile: domani instabilità in aumento

Crollo sull’Everest: il famoso Hillary Step non c’è più

Non solo 2003, chi si ricorda dell’estate del 2009 in Piemonte?
Il ‘Gobbo di Algeri’ vi spaventa? Guardate questo video…

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti