Tecnologia: wi-fi lento? ecco il li-fi, internet alla velocità della luce!

Il wi-fi è la tecnologia attualmente più diffusa (da ormai diversi anni) per la trasmissione dei dati che ci consente di navigare in internet.

In un futuro neanche troppo lontano però, questa tecnologia potrebbe essere superata e sostituita dal li-fi. Il li-fi è una nuova tecnologia alternativa, che riesce a inviare i dati ad alta velocità superiore, sfruttando la luce. Per ora il Li-Fi è stato testato solo in laboratorio ma secondo gli scienziati che lo stanno per sperimentare nel mondo reale, i risultati sarebbero sorprendenti.

Secondo quanto scrive ‘IBTimes Uk’, durante i recenti test effettuati in Estonia dalla compagnia Velmenni, il Li-Fi viaggerebbe a una velocità di 1GB al secondo, cioè circa 100 volte più rapidamente dell’attuale velocità raggiunta dal Wi-Fi. Una tecnologia simile all’internet senza fili, ma decisamente più potente, e che potrebbe cambiare per sempre il modo di navigare in rete e non solo. Con una maggiore velocità della rete ci sarebbero ripercussioni positive straordinarie su molti settori (commercio, trasporti, solo per citarne alcuni).

“Stiamo sperimentando dei progetti pilota in diverse aziende dove possiamo utilizzare la tecnologia VLC (acronimo di Visible Light Communication, letteralmente ‘comunicazione a luce visibile’) – ha detto Deepak Solanki, ceo di Velmenni – Al momento abbiamo realizzato una soluzione di smart lighting per uno spazio industriale nel quale la comunicazione dati viene fatta attraverso la luce”.

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Sciame sismico al Centro Italia: comunicato pubblicato dalla Protezione Civile
  • Allerta meteo Protezione Civile per domenica 22 gennaio 2017 : emessa criticità massima
  • Sequenza sismica Campobasso : altre due lievi scosse di terremoto oggi tra Vinchiaturo e Baranello
  • CONFERMATO il rinforzo delle correnti occidentali sull’Europa, ecco le conseguenze sul Mediterraneo
  • News del sabato: prima l’instabilità, poi un rinforzo delle correnti occidentali?
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti