Previsioni Meteo metà Dicembre: in bilico tra Artico e Anticiclone

Previsioni Meteo metà Dicembre: in bilico tra Artico e Anticiclone.  Ancora una settimana  in compagnia dell’alta pressione, a parte qualche disturbo, in attesa di una possibile svolta con ritorno delle precipitazioni verso metà mese.

Metà Dicembre: in bilico tra Artico e Anticiclone.  L’alta pressione delle Azzorre coadiuvata da una componente subtropicale africana in quota sta rendendo stabile questo esordio di Dicembre e dell’Inverno Meteorologico che convenzionalmente inizia il 1° Dicembre. L’alta pressione sia in Inverno che in Estate è sinonimo di stabilità, ma durante la stagione fredda ciò non assicura la serenità dei cieli. Ed infatti in virtù delle forti inversioni termiche, unitamente all’accumulo di umidità nei bassi strati, è frequente la formazione di strati nebbiosi o nubi basse in Pianura Padana, nelle vallate interne e più in generale lungo i litorali ed i bacini prospicienti la Nostra Penisola. Così, a fronte di condizioni di alta pressione, il tempo appare in molte zone d’Italia nuvoloso quando non nebbioso o uggioso. Viceversa l’afflusso di aria calda in quota sta apportando condizioni di bel tempo con temperature primaverili in quota sia sulle Alpi che sugli Appennini con fusione della neve caduta nei giorni scorsi su quest’ultimi. Insomma la situazione è davvero poco consona al periodo attuale meteorologicamente parlando.

Ma come procederà il mese che ci porterà al Natale e al cuore della stagione fredda? L’anticiclone anomalo che ci interessa presenta dei geopotenziali in quota praticamente simil-estivi e non sarà facile per le correnti artiche ed atlantiche abbatterlo. Tuttavia un primo tentativo di ridimensionare l’alta pressione ci sarà già nel corso del prossimo fine settimana. Un lieve cedimento dei geopotenziali in quota consentirà ad una perturbazione atlantica, sia pure indebolita, di penetrare nel Mediterraneo Centro-Occidentale, dando luogo ad annuvolamenti irregolari specie al Centro-Nord e sulle Isole con qualche debole precipitazione. Non si tratterà comunque di un cambiamento significativo.

Una più incisiva svolta potrebbe però palesarsi a ridosso del secondo week end di Dicembre quando l’elevazione almeno parziale dell’anticiclone delle Azzorre consentirebbe ad una saccatura Nord Atlantica, rafforzata da aria artica, di fare irruzione sul Mediterraneo Centrale apportando un cambiamento deciso del tempo con piogge, temporali, neve sui rilievi ed un calo piuttosto sensibile delle temperature. Per quel che riguarda il dettaglio su intensità dei fenomeni e loro diffusione occorrerà attendere ancora qualche giorno.

Ancora più incerto il seguito. Probabilmente potrebbe rimontare l’anticiclone ma intorno al 20 le perturbazioni atlantiche potrebbero prendere più incisivamente l’iniziativa. Ma su questo occorrerà seguire i prossimi aggiornamenti modellistici. Per il momento comunque quello che è certo è che avremo a che fare con condizioni poco invernali e che solo dalla metà del mese potrebbe iniziare a modificarsi qualcosa.

Metà Dicembre: in bilico tra Artico e Anticiclone

Metà Dicembre: in bilico tra Artico e Anticiclone. Fonte: Meteociel.fr


Articolo a cura di Emiliano Sassolini

Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Terremoto Lazio: debole scossa tra Pontecorvo, Esperia e Aquino. I dati INGV
  • Previsioni meteo domani: primi cenni di cambiamento, si avvicina una nuova perturbazione
  • Meteorologia spaziale, importante scoperta: presenti onde di Rossby anche sul Sole
  • L’anticiclone di sponda sull’ovest Europa; quali conseguenze?
    Temperature e precipitazioni: l’andamento nei prossimi 10 giorni settore per settore

    COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti