Freddo e neve: ancora molti dubbi sull’irruzione attesa in seconda decade

Previsioni meteo/ In questi giorni sul web si è riversata molta attenzione sul peggioramento che i modelli matematici fiutano per l’inizio della seconda decade di  Gennaio. In questo editoriale andremo a cercare di individuare una linea di tendenza affidabile per il periodo indicato.

Dalle ultime emissioni modellistiche si nota un forte elevazione dell’anticiclone delle Azzorre, questa darà luogo ad una massiccia discesa di aria polare in direzione dell’Europa Centrale. Sulla base dei dati attuali non si può essere maggiormente precisi, infatti bastano leggere modifiche nell’impianto barico previsto per far affluire tali masse d’aria molto fredda lontano dall’Italia.

Quanto appena detto trova conferma nelle ENS dei vari modelli e in particolar modo quelle del modello americano GFS. Nell’immagine sotto si può osservare come gli scenari previsti divergano notevolmente, si va da una +13 ad una -9. Non ci resta che attendere ancora qualche giorno, non mancheranno ulteriori e più precisi aggiornamenti.

Freddo e neve: ancora molti dubbi sull’irruzione

Ricevi le notifiche delle notizie più importanti (meteo, terremoti e altro)


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Devastanti alluvioni in Perù : 75 vittime e 263 feriti. Casa travolta dalle acque

Puglia : muretti a secco candidati a diventare patrimonio dell’Unesco

Terremoto Umbria: registrata debole scossa nei pressi di Spoleto. I dati INGV

Ultimissime della sera: parentesi d’anticiclone, poi un cambiamento

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti