Imponente riscaldamento stratosferico: sfocierà in un Major Midwinter Warming?

Major Midwinter Warming (MMW) – In questi giorni si sta sentendo molto parlare degli ultimi avvicendamenti stratosferici, infatti dopo un inizio d’inverno con un Vortice Polare Stratosferico particolarmente forte e stabile si iniziano a palesare i segnali di un forte indebolimento di tutta la struttura. Tuttavia l’evoluzione di tale dinamica oltre ad essere ancora molto incerta può riservare delle sorprese, sia negative che positive. Dall’analisi di quanto segue proveremo a spiegarvi perchè.

Velocità zonali e flussi di calore

Gli ultimi aggiornamenti riguardanti la stratosfera sono ben riassunti nel grafico di fianco. Nelle prime due righe è mostrato l’andamento delle velocità zonali alle quote di 1/10/30 hPa, si può notare una forte diminuzione delle stesse a tutte le quote. Nelle ultime tre righe sono rappresentati flussi di calore, i quali risultano molto intensi e (dopo molto tempo) convergenti verso il Polo. Se tale dinamica verrà confermata il VPS potrà ricevere un duro colpo ed essere spodestato dal polo geografico andandosi ad addossare al continente Euroasiatico provocando un Displacement non ti dipo Major. Tuttavia tale dinamica potrebbe successivamente sfociare in una successiva seconda fase che porterà ad un Major Midwinter Warming.

A quel punto si potranno intraprendere due strade, una che porta ad un MMW di tipo Displacement, oppure un’altra che porta ad un MMW di tipo Split in cui il vortice polare stratosferico viene diviso in due lobi dall’azione combinata delle due onde planetarie. Attualmente non è possibile dire come evolverà la situazione, o quale delle due evoluzioni si concretizzerà, è ancora in dubbio la seconda fase, di conseguenza molto importati saranno i prossimi aggiornamenti.


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Lieve scossa di terremoto avvertita a Fiuggi, nel frusinate

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Domenica 23 Luglio

INGV sulle scosse al Centro Italia: “livelli di sismicità superiori alla media”

L’ANTICICLONE del prossimo weekend: sarà davvero così forte?
CALO TERMICO: ecco DOVE si farà sentire maggiormente nei prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti