Arriva l’anticiclone e torna l’incubo smog, previsti valori d’inquinamento stellari

Come preannunciato negli ultimi articoli, il Mediterraneo e l’Italia stanno per tornare sotto l’azione di un vasto e forte anticiclone, che è destinato a durare nuovamente a lungo, in seguito al “ricompattamento” del vortice polare.

Nei prossimi giorni e sino ai primi d Febbraio, si prevede un’alta pressione estesa dall’Atlantico fino all’Europa orientale, con l’Italia sotto valori di pressione prossimi ai 1025-1030 millibar. Una situazione del genere, oltre che a garantire condizioni di stabilità atmosferica e la ricomparsa della nebbia, non potrà far altro che far lievitare nuovamente i livelli di inquinamento atmosferico.

Lo scarso ricircolo d’aria causato proprio dall’alta pressione e dell’assenza di venti e perturbazioni potrà riproporre purtroppo un’emergenza che ci ha accompagnati sino a qualche giorno fa, attenuatasi soltanto con l’arrivo dell’ondata di freddo che ha portato nevicate soprattutto al Centro-Sud ed un forte calo delle temperature. Sulla base delle previsioni odierne, la situazione potrebbe risultare peggiore fra gli ultimi giorni di Gennaio e inizio Febbraio, col perdurare della stasi anticiclonica e con il probabile superamento in molte città (soprattutto del Centro-Nord) della soglia tollerabile di PM10 (Materia Particolata).

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Terremoto: avvertito forte anche a Roma, evacuate metro A e B. Il video della scossa in diretta.
  • Forti scosse di terremoto al Centro Italia: crolla campanile chiesa di Sant’Agostino ad Amatrice
  • Terremoto Abruzzo: situazione difficile, in molti casi la neve impedisce di uscire di casa
  • MEDIO ADRIATICO: quando smetterà di PIOVERE o NEVICARE?
  • Il centro Italia scosso da un nuovo TERREMOTO: scosse sino a 5.7 Richter, crolli ad Amatrice!
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti