Previsioni meteo, caldo : inizio di Febbraio “bollente” su Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Marche e Abruzzo. Arriva il foehn

Previsioni Meteo/ Di “invernale” troviamo decisamente poco in questo finale di Gennaio in ogni angolo della nostra penisola a causa della persistenza di un vasto campo di alta pressione.

Anche oggi abbiamo osservato condizioni meteorologiche tipicamente autunnali al Nord e sul lato tirrenico ( nubi basse, foschie e nebbie) e tipicamente primaverili al Sud con tanto Sole e temperature superiori ai 14/15°C.
Questa situazione si protrarrà quantomeno sino alla metà della prossima settimana, momento in cui è atteso un’importante sblocco configurativo volto ad apportare un guasto del tempo anche in sede italica. Nel frattempo dovremo fare i conti con l’alta pressione e le temperature decisamente alte attese fra week-end e inizio della prossima settimana!

Arrivano i venti di favonio? Con molta probabilità fra domenica e lunedì l’Italia sarà raggiunta da un vero e proprio fronte caldo da ovest con isoterme in quota (circa 1500m ) prossime ai +12/+13°C che faranno impennare le temperature al suolo su tutta Italia. La disposizione delle correnti inoltre innescherà secchi e caldi venti di favonio, ossia i venti di caduta dai rilievi come le Alpi e gli Appennini : la massa d’aria cercando di oltrepassare i rilievi tenderà a perdere umidità e una volta giunti sul versante sottovento questa massa d’aria scivolerà lungo il versante ormai priva d’umidità scaldandosi per effetto della compressione adiabatica. Questo fenomeno è noto come “favonio” o anche come “Fohn” al Nord e “Garbino” in Abruzzo. Il risultato è sempre lo stesso : in presenza di venti favonici le temperature al suolo delle pianure e dei versanti posto sottovento tendono ad impennarsi anche di oltre 10°C rispetto ai versanti sopravento.

Quali le regioni più calde? I venti favonici si faranno sentire maggiormente su Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Su queste regioni si potranno facilmente superare i 17/18°C nella giornata di lunedì con picchi anche superiori ai 22/23°C. In Piemonte gli effetti del Fohn si faranno sentire già da domenica pomeriggio quando fra torinese e cuneese i termometri si porteranno a ridosso dei 17/18°C. Sempre qui, nella giornata di lunedì, potrebbero registrarsi le temperature più alte d’Italia con punte di 25°C.

Nei giorni successivi potrebbe farsi strada verso l’Italia una forte perturbazione nord atlantica che andrebbe così ad interrompere bruscamente questa fase decisamente calda e primaverile.

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Terremoto oggi Sicilia: scossa avvertita fra le province di Messina e Catania, epicentro sui Nebrodi
  • Abruzzo: fascia costiera presa di mira dalla pioggia, salvato un anziano da un sottopasso allagato
  • Maltempo Abruzzo: Mercoledì 18 scuole chiuse in quasi tutta la regione
  • Ultimissime della sera: la seconda decade di gennaio ancora sotto tempo IRREQUIETO
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti