Intensa ciclogenesi ad inizio settimana: nubifragi e neve abbondante sui monti

Previsioni meteo/ Finalmente l’instabilità da qualche giorno a questa parte è tornata ad interessare il bacino del Mediterraneo. In questo articolo andremo ad individuare una linea di tendenza affidabile sull’evoluzione a lungo termine.

Osservando le ultime emissioni modellistiche si confermare che attorno il 14 del mese l’anticiclone delle azzorre si eleverà lungo i meridiani generando un’intensa discesa di aria artica verso il Mediterraneo Occidentale.  Questa andrà a formare un intenso minimo barico che apporterà episodi di forte maltempo su gran parte del territorio Italiano. Tuttavia risulta ancora alquanto difficile prevedere l’esatta traiettoria che il minimo traccerà e di consegenza anche gli eventuali accumuli pluviometrici e nivometrici. Ado ogni modo le regioni più colpite risulteranno quelle del Nord e del Centro tirrenico.

Inoltre nelle settimane a seguire si aprirebbero ulteriori possibilità di freddo e neve ma data la distanza temporale per maggiori dettagli dobbiamo ancora attendere qualche giorno. Fino ad allora, ci troveremo a fare i conti con una serie di intense perturbazioni atlantiche che riporteranno abbondanti nevicate su Alpi e Appennino e piogge in pianura.

Ricevi le notifiche delle notizie più importanti (meteo, terremoti e altro)


Articolo di Luca Mennella


Ultime notizie Leggi tutte


Puglia : risveglio grigio e piovoso. Forti temporali su Bari. Nel pomeriggio occhio al Salento

Previsioni meteo oggi: tempo instabile al Centro Sud, occhio ai temporali

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 25 Maggio 2017 (ultimi terremoti, ora)

CALDO? Lo soffre di più chi abita ai piani alti!
GROSSO: ‘un anticiclone a maggio non fa estate…’

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti