Meteo : goccia fredda verso il Centro-Sud. Domani giornata di forte maltempo

Il primo passaggio perturbato ha interessato oggi gran parte del Sud e il Nord Italia lasciando il Centro, specie il lato tirrenico sotto una momentanea fase secca e “stabile”, caratterizzata da cieli sereni o poco nuvolosi.

Ora la massa d’aria fredda si sta lentamente spostando verso il Centro-Sud Italia dove comporterà nelle prossime ore un vasto e diffuso guasto del tempo a causa della definitiva occlusione della depressione formatasi all’intero della goccia fredda in alta quota. Il centro di bassa pressione attualmente si trova nei pressi della Sardegna e tenderà a spostarsi col passare delle ore verso est, ovvero verso il Sud Italia. Lo scontro fra l’aria fredda proveniente dai quadranti occidentali e quella più mite richiamata da sud, innescherà la formazione di temporali violenti a partire dalle ore notturne sul Meridione.

Stando agli ultimissimi aggiornamenti forti temporali e piogge diffuse sono attesi su Sicilia, Calabria, Basilicata e in Puglia fra la notte e la mattinata di domani. I fenomeni più intensi coinvolgeranno la Puglia centro-meridionale.
Piogge estese nel corso di martedi interesseranno anche Campania, Molise, Abruzzo, Marche ed Emilia Romagna. Locali rovesci e acquazzoni potranno interessare anche Lazio e Toscana nel corso delle ore pomeridiane. Andrà meglio al Nord dove il tempo tenderà gradualmente a migliorare. La neve cadrà sull’Appennino centrale oltre i 1100 metri e oltre i 1300 metri su quello meridionale.

Puoi inviarci messaggi, foto e video attraverso WhatsApp, al numero 3475844579


Articolo di Raffaele Laricchia


Ultime notizie (Leggi tutte)

  • Prati di Tivo: 10 persone in attesa di soccorsi, oltre 3.5 metri di neve
  • Previsioni Meteo : ciclone afro-mediterraneo in arrivo. Forte scirocco e nubifragi al centro-sud
  • Toscana : nuova debole scossa di terremoto tra Sansepolcro, Pieve Santo Stefano, San Giustino, Anghiari
  • Ultimissime della sera: l’inverno europeo prosegue su binari ancora incerti
  • MODELLO AMERICANO: gli scenari movimentati di fine gennaio
  • COMMENTS


    Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti