Allarme Oms: 98% delle città over 100mila abitanti respira aria inquinata

Dati allarmanti arrivano dall’Oms sullo stato di salute della nostra aria. Sempre più città respirano infatti aria inquinata a seguito della costante industrializzazione e delle concentrazioni di sostanze nocive presenti nei bassi strati dell’atmosfera.

Preoccupanti i dati presentati nell’ambito del report dell’Oms sul numero di città inquinate: il 98% delle città con più di 100mila abitanti nei paesi a basso e medio reddito ha un inquinamento dell’aria che supera i limiti, mentre nei Paesi ricchi il dato riguarda il 56% delle città. Se la qualità dell’aria peggiora, aumenta di conseguenza il rischio di ictus, malattie cardiache, tumore al polmone, malattie respiratorie croniche e acute.

Leggi le ultime previsioni o guarda i video meteo

La “buona notizia”, rileva l’Oms, è che negli ultimi due anni è raddoppiato il numero di città (ora 3.000 in 103 Paesi) che monitora il livello di inquinamento dell’aria, riconoscendone l’impatto sulla salute. Tra il 2008 e 2013, l’Oms ha messo a confronto i dati di 795 città in 67 Paesi sui livelli di particolato di PM10 e PM2,5, che penetrano nei polmoni e nel sistema cardiovascolare, rappresentano gravi rischi la salute. E’ così emerso un aumento globale dell’inquinamento atmosferico dell’8%.

I livelli più bassi di inquinamento si registrano nei Paesi ricchi, in particolare in Europa, America e Pacifico occidentale. Oltre la metà dei Paesi sviluppati e i due terzi di quelli a basso e medio reddito hanno ridotto del 5% l’inquinamento dell’aria negli ultimi cinque anni. Il primato per le aree urbane più inquinate va invece ai Paesi a basso e medio reddito dell’area orientale del Mediterraneo e del Sud-est asiatico, con livelli di inquinamento 5-10 volte superiori a quelli indicati dall’Oms, seguiti dalle città povere dell’area del Pacifico occidentale. In Africa i dati a disposizione sono scarsi, ma quelli disponibili mostrano livelli di particolato sopra la media, di oltre il doppio in molte città.


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 22 Settembre 2017 (ultimi terremoti, orario)

Calabria : debole scossa di terremoto tra Bagnara Calabra, Cosoleto e Scido

Terremoto Messico, le vittime salgono a 250. Corsa contro il tempo tra le macerie

Il TEMPO dei primi di ottobre: tutti gli scenari possibili con le controanalisi dei modelli!
MODELLO EUROPEO: colpo gobbo nei primi giorni di ottobre: piogge INTENSE al nord-ovest?

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti