Ultime previsioni meteo lungo termine: prima seria ondata di caldo africano?

Aggiornamenti eloquenti questa mattina a lungo termine: la prima seria ondata di caldo africano potrebbe essere vicina. Lo palesano le ultime emissioni dei principali modelli matematici, che evidenziano come dopo la metà del mese, un imponente anticiclone africano possa abbracciare il Mediterraneo e la nostra penisola, garantendo giornate con sole e temperature sopra la media del periodo. Una situazione ben diversa da quella attuale che stiamo vivendo in questi giorni di inizio estate (meteorologica).

Questo a causa della discesa di una possente saccatura fresca dal Nord Atlantico verso l’area iberica, in grado di instaurare una naturale risposta pre-frontale da parte dell’anticiclone sub-tropicale. Stando agli ultimissimi aggiornamenti, la fase calda entrerebbe nel clou a partire dal 16 Giugno, e durerebbe almeno fino al 20, inglobando gran parte della penisola ma soprattutto il Centro-Sud, dove si potranno toccare anche picchi di 35-37 gradi, localmente anche valori prossimi ai 40 gradi fra Isole Maggiori e Meridione, per l’arrivo di isoterme in quota (850 hpa) fra 25-28 gradi. Il Nord Italia, seppur in un contesto piuttosto caldo, potrebbe essere risparmiato dal caldo più intenso per la sua vicinanza alla vasta saccatura atlantica che sarà proprio la causa scatenante della rimonta anticiclonica sub-tropicale. L’area settentrionale e in particolare nord-occidentale della penisola potrebbe rimanere anche più esposta all’instabilità e ai temporali, ma occorreranno giorni per valutare il tutto. La distanza temporale è ancora notevole e potrebbero esserci delle variazioni anche significative nella previsione.

Vi invitiamo, per tanto, a seguire costantemente gli aggiornamenti sul nostro giornale.

 


Articolo di Francesco Ladisa


Ultime notizie Leggi tutte


Lieve scossa di terremoto avvertita a Fiuggi, nel frusinate

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, Domenica 23 Luglio

INGV sulle scosse al Centro Italia: “livelli di sismicità superiori alla media”

L’ANTICICLONE del prossimo weekend: sarà davvero così forte?
CALO TERMICO: ecco DOVE si farà sentire maggiormente nei prossimi giorni

COMMENTS


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti